Emergenza Coronavirus. Cave. Emanuele non ce l’ha fatta. Il 34enne risultato positivo al Covid-19 è deceduto nella notte

Nola FerramentaNola Ferramenta

CAVE | ROMA – Emanuele non ce l’ha fatta. Viveva a Roma da tempo il 34enne originario di Cave risultato positivo al Coronavirus e per questo motivo ricoverato ieri l’altro – sembrerebbe appena tornato da un viaggio in Spagna – al Policlinico Tor Vergata.

Questa notte le sue condizioni di salute sono drammaticamente precipitate ed è venuto a mancare.

Un’ora fa lo ha annunciato sui social il Sindaco di Cave Angelo Lupi:
«Apprendiamo, con profondo dolore, della notizia della scomparsa del nostro giovane concittadino Emanuele, residente a Roma, colpito dal Covid 19.
A nome di tutta la Città di Cave, siamo vicini ai familiari a cui si esprime sentito cordoglio.
Il Sindaco e l’ Amministrazione comunale»…

Pubblicità su Cronachecittadine.itPubblicità su Cronachecittadine.it

Da aggiornamenti si è appreso: «dall’indagine epidemiologica svolta dal servizio di prevenzione della Asl Roma 2 emerge che il ragazzo, che lavorava in un call center, era stato a Barcellona dal 6 all’8 marzo ed il 9 marzo è stato il suo ultimo giorno di lavoro, poi si era posto in auto isolamento, ha mostrato i primi sintomi di febbre il giorno 11 e il 16 è stato trasferito, su indicazione del suo medico, in ambulanza e ricoverato al Policlinico di Tor Vergata dove entrava in terapia intensiva.

Oggi è avvenuto il decesso ed è stato disposto l’esame autoptico per chiarire le cause della morte. Domani verrà svolto un sopralluogo da parte dei servizi di prevenzione della Asl Roma 2 presso il call center e ci sarà una prima relazione sull’indagine epidemiologica».

Siamo vicini allo sgomento dei genitori, mamma Franca e papà Guglielmo, che vivono a Cave.

R.I.P.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top