Di nuovo stato agitazione alla Kss di Colleferro. L’azienda dichiara ulteriori 125 unità lavorative in esubero…

Nola FerramentaNola Ferramenta

Kss Colleferro. 125 esuberi

COLLEFERRO (RM) – È di nuovo stato di agitazione alla Kss di Colleferro dopo la comunicazione da parte dell’azienda di 125 esuberi rispetto alla disponibilità di commesse…

La notizia è stata resa nota nel corso di un incontro in Regione – tenutosi ieri, Martedì 25 Novembre – alla presenza delle organizzazioni sindacali (Cgil FilcTem, Femca Cisl, UilTec e Ugl Chimici).

Da parte sua l’azienda avrebbe proposto di porre le 125 unità in esubero in mobilità per i prossimi 24 mesi, con una “buona-uscita” pro-capite di 21mila euro ed una sorta di “diritto di prelazione” che prevederebbe la possibilità di essere riassorbiti, totalmente od in parte, nel caso in cui, nel corso dei 2 anni di mobilità, la presenza di commesse dovesse richiedere ulteriori unità operative.

Non è chiaro, in tal caso, quale tipo di contratto verrebbe eventualmente applicato. Ad ogni buon conto le maestranze della Kss si sono riunite oggi in “assemblea fiume” ed hanno deciso di indire un referendum (da svolgersi domani pomeriggio dalle ore 15 alle ore 17) per manifestare chiaramente l’accettazione o meno della proposta fatta dall’azienda. Qualora l’esito del referendum fosse per la “non accettazione”, verranno valutate le modalità di protesta (scioperi e quant’altro) rispetto alle decisioni aziendali.

La Kss, ormai da anni in trasferimento in Romania, intenderebbe limitare i dipendenti dello stabilimento di Colleferro allo “stretto indispensabile” per soddisfare le “commesse italiane”…
Al momento presso lo stabilimento di Colleferro sono impiegate 380 unità lavorative (rispetto alle quasi 900 del 2003…), tutte già a contratto di solidarietà, alle quali andrebbero sottratte le 125 unità ritenute “in esubero”…

Kss Colleferro. 125 esuberi

 

Potrebbero interessarti anche...

Top