Colleferro. Zona Rossa. Sanna e Gabrielli: «Contributi economici a fondo perduto per le attività che hanno subito chiusure imposte dai vari Dpcm…»

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO – Dopo la lettera [qui l’articolo •>] inviata dal Sindaco di Colleferro, Pierluigi Sanna, e da quello di Carpineto Romano, Stefano Cacciotti, al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ed all’Assessore al Bilancio, Daniele Leodori, per chiedere ristori economici a fronte delle perdite di fatturato delle attività commerciali chiuse in seguito all’Ordinanza di “Zona Rossa”, giunge un comunicato stampa dal Comune di Colleferro nel quale intervengono nuovamente sull’argomento l’Assessore alle attività produttive e commercio, Marco Gabrielli, e dello stesso Sindaco Pierluigi Sanna.

L’istituzione della zona rossa è stata una vera e propria bastonata per le nostre attività commerciali e artigianali, costrette a limitare, e in alcuni casi a chiudere, i propri esercizi.
In questi giorni abbiamo ascoltato il loro malessere e tutto il loro  sconforto dovuto, all’ennesima chiusura che inevitabilmente ha causato gravi perdite economiche.
Alcuni, dopo anni di sacrifici rischiano la chiusura definitiva, stremati da questa pandemia che va avanti da oltre un anno.

«Capisco la loro rabbia – ha dichiarato Marco Gabrielli, Assessore alle attività produttive e commercio – e continuerò, a sostenere la loro causa, in ogni sede istituzionale. Come amministrazione comunale, con il Sindaco Sanna, abbiamo predisposto dei contributi economici a fondo perduto da bilancio comunale per le attività che hanno subito chiusure imposte dai vari Dpcm che si sono succeduti nel corso dell’ultimo anno».

«La nostra amministrazione – ha aggiunto il Sindaco Sanna – sta facendo il massimo, e lo dimostra il fatto di aver inoltrato una richiesta alla Regione Lazio, con cui chiediamo un ulteriore aiuto economico per le gravi perdite agli esercizi commerciali causate da questi ultimi 15 giorni di restrizioni da zona rossa, generando loro gravi e ulteriori perdite economiche in una situazione già compromessa. Come sempre, nessuno sarà lasciato solo e il comune resta in ascolto ed a disposizione dei cittadini per qualsiasi necessità».

 

Potrebbero interessarti anche...

Top