Colleferro. Tanti “valorosi” donatori alla raccolta sangue dell’Avis… L’Asl ha messo a disposizione «locali angusti senza finestre e senza aerazione…»

Nola FerramentaNola Ferramenta

Il bronzo agli europei di karate Emilio Liguori ed il Presidente Avis Colleferro Lorenzo Osmari

COLLEFERRO (RM) – Grande risposta da parte dei cittadini all’appello del Presidente dell’Avis Colleferro, Lorenzo Osmari, lo scorso Sabato 10 Ottobre per la donazione del sangue organizzata dalle associazioni Avis di Carpineto Romano, Colleferro, Gavignano, Gorga, Montelanico e Segni in collaborazione con la Asl RmG Colleferro/Tivoli..

Alle 6:30 del mattino, presso i nuovi locali del Centro Trasfusionale dell’Ospedale Parodi Delfino, si apriva la lista d’attesa per donare il sangue; alle 8:30 iniziavano le attività del centro trasfusionale dell’ospedale di Colleferro con ben 37 persone in coda; alle ore 10:15, gli operatori erano costretti a chiudere anticipatamente l’accettazione, con ben 57 “valorosi”, e volenterosi donatori.

«Quei donatori vanno definiti “valorosi” – afferma Osmari – alla luce del fatto che, oltre a donare il proprio sangue, hanno avuto la pazienza di attendere oltre 3 ore ed il coraggio di farlo all’interno di uno spazio angusto senza finestre e senza aerazione.

Va messo in evidenza l’enorme disagio che vivono i volontari per sopperire alle sempre maggiori carenze sanitarie. E pensare che la Regione Lazio nell’anno 2014 ha portato in bilancio ben 23 milioni di euro quale spesa di approvvigionamento sangue…».

 

Potrebbero interessarti anche...

Top