Colleferro. Successo oltre le aspettative per “Bianco, Rosso & Blues”, la kermesse organizzata dalla locale Associazione Pro Loco

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO (Eledina Lorenzon)È stato un vero successo quello della manifestazione “Bianco, Rosso & Blues” che si è svolta Domenica 24 Ottobre, presso il mercato coperto di Colleferro, organizzata dalla Pro Loco città di Colleferro, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, e la presenza di tantissimi visitatori.

Un evento fortemente voluto dal nuovo direttivo presieduto da Paolo Pelacci, dopo il fermo dovuto all’impossibilità di poter creare eventi pubblici a seguito della pandemia del Covid-19, un’occasione per permettere alla cittadinanza di ritrovarsi in un ambiente, forse inusuale come il mercato coperto, da sempre luogo di scambio tra il mondo agricolo e la città, che si è trasformato in luogo di socializzazione dove cultura eno-gastronomica ed artistica hanno potuto dialogare, tra colori, profumi e sapori.

Al centro della magnifica costruzione dell’ing. Riccardo Morandi, purtroppo fortemente rimaneggiata negli anni, le numerose cantine del territorio hanno esposto i loro fantastici vini, con tutt’intorno le opere d’arte di quattro artisti che operano nel territorio: Bianca Coggi, Roberto Colaiori, Raffaella Manca e Marco Polo Rivera.

Opere piene di colore capaci di trasmettere emozioni ai tanti visitatori, e che hanno dimostrato come l’arte, soprattutto quella moderna, ha l’ambizione di uscire dai contesti in cui la si vuole relegare, per invadere quelli della vita e della quotidianità per farsi ammirare.

Due i momenti che hanno contraddistinto la giornata: quella del mezzogiorno che ha previsto la degustazione dei vini, accompagnati dagli assaggi di gastronomia offerti dalla rinomata azienda Buffettiamo, e la buona frutta dell’Azienda Donati.
Per i più piccoli grande divertimento con il laboratorio della vendemmia: prendere i grappoli d’uva, staccare gli acini, porli nel piccolo torchio e veder uscire il succo d’uva è stata una vera soddisfazione!

La sera ad accogliere i numerosi visitatori c’è stata la musica avvolgente del duo Gianpiero Gotti e Alessandro Karbon, per immergersi nelle calde atmosfere del blues, degustare una stupenda pasta e fagioli, ascoltando musica ed esplorando le misteriose connessione tra i sensi, concetto sperimentato da tempo in campo vinicolo.
Musica e vino sono due mondi che parlano una lingua senza confini geografici, se non quella del gusto e del suono, elementi che decisamente facilitano socializzazione e convivialità, dando vita a nuove conoscenze e discussioni, stimolando la vita sociale e culturale.
Inoltre la consolidata associazione vino-musica, è stata recentemente oggetto di studi scientifici da parte dei ricercatori britannici della Herriot-Watt University di Edimburgo (Scozia), che hanno indagato sugli effetti benefici che hanno, sul nostro cervello, questi due piaceri e come si influenzino a vicenda.

Presente anche lo stand di Slow Food-Territorio del Cesanese, con la d.ssa Rosaria Olevano pronta a dare informazioni a bambini ed adulti sugli interventi di slow food per valorizzare paesaggi, territori e preservarne la biodiversità che appartiene alla cultura, alla storia e alle tradizioni delle comunità di tutto il mondo.

Un plauso va alle numerose aziende vitivinicole presenti che valorizzano al meglio il prodotto delle nostre terre e si pongono come autorevoli protagoniste della denominazione regionale.
Esse sono inoltre ambasciatrici della bellezza del territorio che si può ammirare attraverso le “strade del vino” alla scoperta di vitigni e borghi di grande fascino.
Impeccabili i sommelier che hanno saputo indirizzare i meno esperti nella scelta dei vini, dando informazioni precise sulla tipologia, qualità e caratteristiche dei vini in esposizione e soprattutto sul corretto abbinamento vino-cibo.

Presente in serata anche il Sindaco Pierluigi Sanna che si è complimentato per la riuscita dell’evento con il Presidente Pelacci, il Direttivo tutto ed i numerosi volontari della ProLoco – tra i quali la consigliera comunale Anna Maddalena Renzi, Giuditta Carella, Andrea Loche, Cristina Sabbioni, Gianluca Gioffrè, Stella Camilli, Michela Galli… – che, con la loro passione ed il loro lavoro, ne hanno permesso la realizzazione, e non ultimi anche quelli dell’Associazione Carabinieri che hanno contribuito a gestire i flussi dei visitatori.
Infine un ringraziamento particolare ai tanti visitatori che, con la loro affluenza, hanno determinato la buona riuscita dell’iniziativa.

Il prossimo evento in cantiere è previsto per il 21 Novembre dalle ore 10.30 alle 21, sempre al mercato coperto di Colleferro, in collaborazione con la Condotta Slow Food-Territori del Cesanese, la Comunità della Mosciarella ed il Patrocinio del Comune di Colleferro che vedrà protagonista “Olio Extra Vergine di Oliva: Salute, Cultura, Turismo”.

Le cantine presenti: La Valle dell’Usignolo – Sermoneta; Pietra Pinta – Cori; Donato Giangirolami – Borgo Montello; Cincinnato – Cori; Casale del Giglio – Nettuno; Carpineti – Nettuno; Villa Gianna – Sabaudia; Sant’Andrea – Terracina; Azienda vinicola Schiavella Raffaele – Genazzano; Azienda Il Merlo – San Vito Romano; Bacco – Nettuno, Pileum – Piglio; Terre Antiche – Piglio; Selva di Paliano – Paliano; Cantine Massimi – Piglio; Casale della Ioria – Anagni; L’Avventura di Stefano Matturro – Piglio.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top