Colleferro. “Soffio di Primavera”. 8 libri della “Pioda Imaging” presentati in libreria da Gisa Messina [Foto]

COLLEFERRO (RM) – Festa dei libri alla Libreria C&C di Colleferro con la manifestazione “Soffio di Primavera”, che ha visto la presentazione di ben otto libri, diversi per genere ed argomento, tutti editi dalla Casa Editrice Pioda Imaging di Stefano Conti Pioda. Nel mese di Maggio, da sempre dedicato alla campagna di promozione della lettura, questo evento nella nostra città ha costituito indubbiamente un appuntamento culturale di grande rilevanza.

A fare gli onori di casa ed accogliere i numerosi autori intervenuti in Libreria, Gisa Messina, scrittrice e poetessa di grande sensibilità e disponibilità, mentre in rappresentanza dell’Editore era presente Valeria Pucci della Direzione Editoriale.

Otto autori ed altrettanti libri potrebbero, ad un primo impatto, sembrare veramente tanti per un solo pomeriggio di presentazione, eppure Gisa Messina, con grande maestria, ha saputo interagire con loro con grande passione, accompagnando il numeroso pubblico presente in un fantastico viaggio tra personaggi e storie diverse, come diversi sono gli argomenti, le strutture, i linguaggi ed i contenuti.
Opere che tuttavia fanno riflettere, commuovere e sorridere in cui ci si ritrova, ci si riscopre e riconosce.

Dal primo all’ultimo libro, un fil rouge capace di unire indissolubilmente storie e mondi vari e variabili, capaci di far sognare il lettore attento, trasportandolo in vite nuove, in altre storie ed altre realtà, perché questa è la magia ultima della lettura.

Ad iniziare questa lunga carrellata di incontri Paolo Luigi Galassi e “La striscia di sabbia” che pone al centro del romanzo la fragilità umana…. “siamo intimamente fatti di vetro, ma se riconosciuta ed accetta, diventa ricchezza e cristallo di inestimabile valore.

A seguire “La mia vita con il diabete 1” di Luisa Codeluppi, non presente all’evento. L’autrice racconta, senza pietismi ed ansie insignificanti, la storia di una donna coraggiosa che lotta contro la malattia con forza e determinazione.
Questa notte il sole è sorto ad Occidente di Oberdan Tommaso Scozzafava è un insieme di racconti ispirati a personaggi reali, ma che si trovano ad interagire in un mondo narrativo diverso da quello in cui viviamo e questo può sicuramente incuriosiscono il lettore.

Atmosfera trasteverina per questo giallo che ci porta a scoprire zone della città eterna poco note anche ai Romani. Un racconto avvincente che ha inizio con un delitto nel 1878 che troverà la soluzione del suo enigma solo nel 1970.
Gherardo La Francesca è autore di “Sebastiano Caboto: storia di un viaggio nel cuore profondo del Continente Sud-Americano”, fedele ricostruzione storica del viaggio compiuto dal navigatore veneziano attraverso l’Oceano Atlantico per risalire i 1.200 km lungo il corso dei grandi fiumi sud-americani per arrivare nel cuore profondo e sconosciuto del continente.

“Frammenti di me. Apostrofi temporali di vita” di Caterina Dietrich è la testimonianza di una giovane donna che si trova ad affrontare l’incontro con una malattia terribile quale è la distrofia. Una vicenda autobiografica narrata con delicatezza e sensibilità.

“E non più foglia morta”, autrice Pina Palermo, lucana di nascita, ma che vive a Roma e proprio in questa città si snoda il suo romanzo d’esordio dove protagonisti sono il popolo invisibile dei senza tetto che la abita.

Alessia Condelli, giovanissima autrice, con il suo “Dall’altra parte del cielo” ha raccontato una storia, la sua storia dove protagonista è la mamma, donna meravigliosa che era ….”Follia, luce e colori. Era energia, adrenalina e purezza. Era sogno e disperazione, era tanto e forse poi niente, piena ed ora vuota nel contempo…” Un libro tutto da leggere, una testimonianza dolorosa, ma anche un grande messaggio di speranza a non gettare via la propria esistenza, ma viverla con le sue contraddizioni ed il suo bagaglio di eventi positivi e negativi.

Ultimo, ma non ultimo “Le onde della vita” di Gisa Messina e Domenico Narducci, che in questa occasione ha avuto il compito di presentare questa silloge di poesia e disegno e leggere alcuni versi.

Leggere ci rende liberi e ci mette in contatto con il mondo reale e fantastico, e questo evento è riuscito a regalare al pubblico sensazioni meravigliose. Gisa Messina, non senza emozione, si è accoppiatata tra gli applausi, ringraziando Stefano Conti Pioda, Valeria Pucci della Direzione Editoriale, e gli autori tutti che hanno voluto essere presenti, Chiara & Chiara Catena per l’ospitalità, e soprattutto il numeroso pubblico presente.

Eledina Lorenzon

Potrebbero interessarti anche...

Top