“Colleferro Shop in Center”, oltre cento commercianti del luogo finalmente raggiungibili anche sulla piattaforma e-commerce messa a disposizione dal Comune

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO – È finalmente online il portale e-commerce “Colleferro Shop in Center” fortemente voluto dall’Amministrazione comunale di Colleferro e presentato ufficialmente alla stampa nel pomeriggio del 25 Maggio scorso presso l’Aula di Alta Formazione della Biblioteca “Riccardo Morandi”.

L’iniziativa è nata dall’Assessorato al Commercio di Colleferro, retto dall’Ass. Marco Gabrielli, e dal Sindaco Pierluigi Sanna, i quali – in occasione della partenza ufficiale del portale web – hanno voluto spiegare nel dettaglio il funzionamento e lo scopo della piattaforma e-commerce “Colleferro Shop in Center” [ColleferroShopInCenter.it].

Estate Insieme 2022 ColleferroEstate Insieme 2022 Colleferro

«Finalmente, dopo tanto lavoro – ha esordito l’Ass. Gabrielli – riusciamo ad essere operativi con la nostra piattaforma e-commerce “Colleferro Shop in Center”.
Mi sento di ringraziare il Sindaco Sanna per la fiducia accordatami su questo progetto. Era proprio lui a spingermi verso questa avventura un po’ pionieristica e certamente innovativa. Ringrazio anche il Consigliere comunale Simone Compalati che ha collaborato con me nelle varie fasi del progetto.
Ringrazio ancora l’Ing. Priori dell’Ufficio Commerciale del Comune di Colleferro ed il Dr. Enrico Orrù ( Ceo di NVgroup che ha curato il progetto a livello tecnico) collegato in videoconferenza ed i suoi collaboratori tra i quali il webmaster Gianluca Bertucci qui presente.

Un ringraziamento importante va fatto a tutti i commercianti che hanno accettato di far parte di questa comunità virtuale di commercio.
Il tutto è nato dal nostro stesso programma elettorale: la vetrina online per le attività commerciali locali l’avevamo pensata fin d’allora.
“Colleferro Shop in Center”, come semplice vetrina pubblicitaria, è partita pochi mesi dopo il nostro insediamento.
Vi avevano aderito 78 esercizi commerciali.
Da allora le cose si sono evolute.
Abbiamo fatto un studio di settore ed una analisi di mercato ed abbiamo scoperto che Colleferro è in controtendenza positiva rispetto ai dati nazionali: nel 2021 tra le categorie di somministrazione, esercizi di vicinato, medie strutture, artigianato etc… (tutte le strutture da 0 a 2.500 mq) hanno chiuso 40 attività e ne sono state aperte 55. Nell’anno di maggior “violenza” della pandemia abbiamo registrato un attivo di 15 attività.
Già nei primi tre mesi di questo 2022, 5 hanno chiuso e 13 hanno aperto: attivo di 8 attività commerciali in soli tre mesi.
Il futuro del commercio va verso i grandi centri di aggregazione ed il commercio elettronico.
E proprio da qui è nata l’idea di trasformare la nostra vetrina creando una comunità di vicinato nel commercio elettronico.
L’idea ha raccolto entusiasmo tra i commercianti di Colleferro, infatti oltre un centinaio di loro hanno deciso di far parte di questa piattaforma.
Coloro che hanno aderito hanno partecipato ad un corso di 40 ore di formazione che li ha resi autonomi nella possibilità di gestire il proprio spazio all’interno del portale. È comunque a disposizione degli stessi commercianti un tecnico pronto ad intervenire in caso di necessità.
Questo strumento rappresenta un aiuto al commercio di vicinato. È una opportunità parallela alla vendita al dettaglio tradizionale.
Abbiamo intenzione di promuovere l’esistenza del portale e-commerce, attraverso i canali social e non solo».

«Vorrei aprire – ha detto in videoconferenza il Dr. Orrù Ceo di NVgroup che ha realizzato il progetto – complimentandomi con l’Amministrazione comunale di Colleferro perché è forse l’unica realtà che sta cercando di affrontare le problematiche del commercio elettronico dal punto di vista della comunità. Il mercato del commercio elettronico cresce a due cifre ogni anno; la grande distribuzione vende il 25% dei propri prodotti attraverso il mercato elettronico.
Tutto questo sta mettendo in grande difficoltà il commercio al dettaglio che non riuscirà mai essere in grado di competere a quei livelli.
L’unico modo era questo: formare i commercianti di vicinato all’uso della piattaforma elettronica per contrastare l’impoverimento territoriale ed è più che sta accadendo in tutta Italia e che accadrà se non verranno attivati progetti come questo.
Al di là della piattaforma elettronica che abbiamo realizzato che è particolarmente performante il problema che andava affrontato era quello della logistica di prossimità.
Il prezzo del prodotto, pure importante, non lo è quanto la velocità della consegna e qui andremo ad essere molto efficienti, aiutati anche dalla breve distanza tra acquirente e commerciante…
Più che abbiamo fatto in questo periodo è stato l’aver dato ai nostri commercianti strumenti per competere, sia formativi che tecnologici».

A seguire è stato illustrato il funzionamento del sito internet sia lato acquirenti, sia lato commercianti, ciascuno con una pagina/vetrina dedicata.
Le pagine che propongono i vari prodotti sono molto pulite ed abbastanza facili da navigare. Altrettanto semplice è l’approccio all’interfaccia sia per i navigatori, sia per i commercianti
Dal punto di vista tecnico, per gli appassionati, il portale – invia di indicizzazione – è ospitato su server scalabile dedicato Nginx Tim con Dns ed e-mail server su Aruba. Si basa sul diffusissimo Cms (content management system = sistema di gestione dei contenuti) WordPress (Vers. 5.9.3) ed usa il tema e-commerce Wolmart (Vers. 1.1.9 di D-Themes) reso ancor più duttile e versatile dai plug-in Elementor Pro (Vers. 3.6.5) e WooCommerce (Vers. 6.5.1).

In chiusura il Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna ha affermato: «Da tempo ci dedichiamo, con tutti gli strumenti a nostra disposizione, al sostentamento del commercio.
Non lo facciamo in maniera improvvisata, scegliendo di investire laddove effettivamente vediamo la possibilità di ottenere risultati.
Al di là alle numerose iniziative che abbiamo attivato, fino ai contributi a fondo perduto, ed attiveremo ancora in favore del settore, ciò che ci interessa maggiormente non è il sostegno dell’oggi, ma un sostegno fatto di progettualità che avrà una ricaduta nei decenni successivi.
Si fanno investimenti infrastrutturali, come quelli ai piani artigianali appena inaugurati, ma essenzialmente si prova a prendere per mano una categoria, che in questa specificità era da anni abituata ad essere il commerciante che vende all’operaio della fabbrica, e si tenta di portarla ad affrontare il proprio lavoro con un approccio diverso.
Quindi una cultura di città aperta, moderna, digitale ed inclusiva, locomotiva di un territorio.
I dati relativi alle chiusure ed alle aperture nel contesto della pandemia ci confermano come una città locomotiva per il territorio, una città che torna ad essere attrattiva anche grazie alle numerose manifestazioni ed eventi messi in campo.
Il tutto sempre nell’ottica del presente – perché bisogna comunque sopravvivere – ma con un occhio rivolto al futuro.
Questa iniziativa in particolare non sarà la soluzione? Questo lo vedremo. Intanto è una novità. Un’occasione, una prospettiva.
È un modo di non “appiattirsi”, è un modo di tentare di imboccare la strada del domani con una prospettiva diversa, innovativa ed intelligente.
Questo non significa che il colleferrino dovrà acquistare per forza nei negozi di Colleferro su questa piattaforma, ma semplicemente dovrà avere la possibilità di trovare buone occasioni ed opportunità anche a due passi da casa senza la necessità di rivolgersi altrove…».