Colleferro | Segni. Sulla questione delle ambulanze sollevata da Santori interviene Vittori del 118: «Molte “inesattezze”…»

Nola FerramentaNola Ferramenta

Ambulanze-Pronto-Soccorso-Colleferro-Vittori

COLLEFERRO | SEGNI (RM) – A proposito della nota che abbiamo “ricevuto e pubblicato” dal Consigliere Regionale Fabrizio Santori riguardante le problematiche del servizio di ambulanze del Pronto Soccorso, sulla nostra pagina facebook è intervenuto il signor Antonio Vittori, operatore del 118, il quale di fatto smentisce quanto dichiarato da Santori.

Commento-ambulanze-118-SantoriCi spiace che, nel suo commento, affermi di essere “stanco di… giornali che ricevono e pubblicano senza accertarsi…”.
In effetti – lo chiariamo per tutti – il “Riceviamo e pubblichiamo” per il lettore è garanzia del fatto che quanto pubblicato non è stato verificato dal giornalista ma è ciò che la redazione ha ricevuto (e deciso di pubblicare)…
Il fatto che quanto ricevuto possa contenere inesattezze non dipende dal giornalista il quale, come in questo caso, è ben lieto di “correggere/aggiornare” la notizia “inesatta” ricevuta e pubblicata.

Non so quanti altri giornali avrebbero poi pubblicato quello che il Signor Vittori afferma e che, per quanto ci riguarda, come sempre, merita la medesima attenzione delle affermazioni del consigliere regionale, anzi, forse nel caso specifico, anche qualcosa in più, dal momento che il signor Vittori è… nel e sul campo.
Non crediamo poi di essere meno AMANTI della verità del signor Vittori.

E lo siamo al punto che non solo lasciamo in bella vista il suo commento nel post pubblicato sulla nostra pagina facebook, ma allo stesso commento – giustamente – dedichiamo il medesimo risalto della notizia che smentisce.

Un ultima precisazione: nell’articolo non vi è alcuna inesattezza; semmai le inesattezze sono nelle dichiarazioni del consigliere Santori…

Ora, dunque, “Riceviamo e Pubblichiamo” di seguito, integralmente, il commento del Signor Vittori che ringraziamo a nome nostro e di tutti i nostri lettori, per… amore della verità.

Antonio-Vittori-03q«Buonasera sono un operatore del 118 che opera proprio nelle postazioni menzionate nell’articolo. Ci tengo a precisare che non sono e non sono mai stato sovrapponibile a nessuno schieramento politico, ma sono un AMANTE della verità. Sono veramente stanco di politici che parlano di ciò che non conoscono e giornali che “ricevono e pubblicano” senza accertarsi che quanto “ricevono” abbia un minimo fondamento nella realtà. Nell’articolo ci sono alcune “PICCOLE IMPRECISIONI” che elenco brevemente senza timor di smentita:

1. “Il servizio di soccorso urgente” non è garantito “solo 3 giorni a settimana” bensì 7 GIORNI SU 7

2. L’ambulanza dell’ARES 118 di Colleferro in tutto il 2015 si è fermata solo 2 volte (in piena estate e per l’assenza del solo infermiere) e non è mai stata sostituita da nessuna “ambulanza privata”. In quelle uniche occasioni l’ambulanza ha funzionato lo stesso con un autista, un barelliere soccorritore e con il supporto di un’auto medica (quella si privata e in servizio COMUNQUE nei week-end) sulla quale lavorano un infermiere ed un medico: quindi al limite il servizio non si “è ridotto ai minimi termini” ma è stato migliore;

3. L’ambulanza ARES 118 di Montelanico è attiva, da ormai tre anni in h24 e non “solo 12 ore”.

4. La Asl RM G non ha nulla a che vedere con l’ARES 118 che è una azienda regionale autonoma.

Non si riesce a capire dove l’on. Santori si sia “recato personalmente” e soprattutto quale VERGOGNA abbia verificato. Aggiungo infine che il personale tutto operante su questo territorio per sopperire alle carenze di personale fisiologiche (faccio questo lavoro dal 1991 e so di cosa parlo), si sottopone a turni che molto spesso si attestano sulle 18 ore, specialmente durante il periodo estivo (ferie) e le varie giornate di festa, dal Natale alla Pasquetta, durante le quali l’onorevole indignato, per ciò che ammesso fosse stato vero sarebbe comunque stato generato dalla classe politica, se ne sta tranquillamente a giocare a tombola o a fare la gita fuori porta con la sua famiglia.
SCUSATE PER LA LUNGAGGINE MA LA SERIE DI “INESATTEZZE” SCRITTE IN QUESTO ARTICOLO LO RICHIEDEVA. GRAZIE.».

 

Potrebbero interessarti anche...

Top