Colleferro. Parte da domani Lunedì 24 Aprile la raccolta differenziata porta a porta. Tutti i particolari ricordati in una conferenza stampa [VideoedInfo]

Nola Estate 2019Nola Estate 2019

COLLEFERRO (RM) – Dopo gli incontri, la distribuzione del materiale informativo e dei kit, finalmente da domani, Lunedì 24 Aprile, parte la raccolta differenziata porta a porta anche a Colleferro. Quindi già da stasera, secondo quanto spiegato e riassunto anche in questo articolo (vedi opuscolo informativo in fondo •>), si apre una nuova era per le abitudini dei colleferrini, almeno per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti.

Dell’evento si è parlato ancora nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta nella tarda mattinata di Venerdì 21 Aprile nell’Aula consiliare del Comune di Colleferro. E nel frattempo è stata anche aperta un’apposita pagina su facebook •>

Settimana Lenovo Marmorato Expert Colleferro

All’incontro con i giornalisti hanno preso parte il Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna e l’Assessore Giulio Calamita con le deleghe Ambiente, Mobilità, Trasporti e Agricoltura.

Pierluigi SannaAd introdurre l’argomento è stato il Sindaco Sanna (vedi il video qui sotto •>).
«Il 24 Aprile parte la raccolta differenziata porta a porta. È un evento importante che era atteso da anni. Un evento – ha affermato il Sindaco – che cambierà le abitudini di molti cittadini e cambierà anche il volto della città. Si tratterà di un mutamento non solo ambientale e sociale, ma anche culturale. Le operazioni in corso sono propedeutiche a quanto avverrà a partire da lunedì. Una parte dei cassonetti su strada è stata già rimossa, la rimanente è in via di rimozione.
Da parte nostra, anche a partire da questa occasione, ci stiamo impegnando al massimo per chiarire tutti gli aspetti e le problematiche che i cittadini ci propongono. Lo stiamo facendo in tutti i modi, attraverso tutti i canali.
Comprendiamo la difficoltà dei nell’approcciare un nuovo metodo di raccolta dei rifiuti come questo e vogliamo dare ai cittadini tutti gli aiuti e tutti i sostegni che meritano in questo percorso di civiltà che unisce Colleferro a tante altre città italiane che hanno intrapreso questo percorso.
È un risultato del quale personalmente sono fiero e vado molto orgoglioso perché la mia storia personale, il mio impegno e quello di tutta la mia generazione oggi si concretizzano sotto la mia consiliatura e sotto auspici importanti che sono auspici di attenzione all’ambiente, di recupero di alcune parti della città, anche importanti dal punto di vista fiscale: quest’anno abbiamo iniziato con l’abbassamento della Tari agli artigiani ed ai commercianti, speriamo che il porta a porta ci aiuti ad intensificare le politiche di defiscalizzazione premiando soprattutto chi fa la raccolta differenziata differenziando bene i rifiuti…».

 

Giulio Calamita

È stata poi la volta dell’Assessore all’Ambiente Giulio Calamita che ha esordito affermando: «È un momento importante per la città e per i cittadini. L’amministrazione ha lavorato incessantemente per arrivare a questo giorno nella maniera migliore. Ci sono stati ritardi tecnici, ma l’obiettivo è stato quello di partire avendo raggiunto uno stato avanzato per la consegna dei kit: in 2 mesi abbiamo coperto il 90% della cittadinanza, consegnandone quasi 9 mila
Molti Comuni sono partiti anche quando la consegna era intorno al 60-70%. Per quei cittadini che ancora ne fossero sprovvisti, sarà possibile ritirare il kit nell’isola ecologica…»

Per entrare più nel dettaglio invitiamo i lettori a seguire il video integrale del suo intervento qui di seguito.

 

Tra le domande dei giornalisti presenti una riguardava la stima dei tempi e delle percentuali di raccolta differenziata.
Domanda alla quale l’Assessore ha risposto nel modo seguente.

 

A proposito della tariffazione puntuale (che verrà verosimilmente applicata anche a Colleferro a partire dal prossimo anno) e che rappresenterà un incentivo per chi contiene la produzione dei rifiuti…

 

Incentivi vi saranno in futuro anche per il compostaggio domestico, che è in fase di approvazione, e lo stesso accadrà anche per gli esercizi commerciali da un lato chiamati al rispetto delle stesse regole – con tutti gli “sbilanciamenti” dovuti alla differenziazione del tipo di rifiuto prodotto a seconda che si tratti per esempio di una pizzeria o di una copisteria – dall’altro godranno, in una logica futura, di sistemi di detrazione che sono allo studio.

Per quanto riguarda il “suolo pubblico”, verranno completamente tolti gli attuali cassonetti, mentre verranno installati appositi contenitori per i piccoli rifiuti, anch’essi differenziati, pile comprese.

Quanto ai trasgressori l’Assessore ha assicurato che nei primi mesi ci sarà una certa tolleranza, ma una volta a regime verranno prodotte specifiche ordinanze con le relative sanzioni, che andranno da 50 euro fino a raggiungere i 3000 euro.
«Voglio ricordare a tutti – ha detto Calamita – che in città è presente anche un servizio come l’isola ecologica (centro di raccolta), dove è possibile smaltire anche rifiuti speciali.
La maggiore severità verrà applicata per l’abbandono in strada dei rifiuti, fenomeno di inciviltà che controlleremo anche con delle fototrappole, la cui presenza sarà segnalata. Ovviamente per chi abbandona rifiuti pericolosi, si applicheranno le relative norme di legge che possono sfociare anche nel penale…».

Per quanto riguarda lo smaltimento di pannolini e pannoloni, per il momento potranno essere smaltiti con il secco residuo, che verrà ritirato due volte a settimana, ma abbiamo ordinato degli appositi contenitori che verranno installati in città che saranno fruibili attraverso un’apposita tessera, rilasciata ai cittadini che ne faranno richiesta presso gli uffici comunali.

Ma cos’è il “secco residuo”?

 

Quanto agli amministratori di condominio «Vorrei sollecitarli – ha detto l’Assessore all’Ambiente – a chiamare Lazio Ambiente, in modo da verificare l’eventuale necessità di installare contenitori generali che raccolgano i rifiuti di un intero palazzo con un alto numero di unità abitative».

La finestra oraria per deporre i contenitori con i rifiuti va dalle ore 21 alle 5 del mattino.
Le aree centrali della città e adiacenti al mercato verrano servite per prime, in modo tale da favorire il normale svolgimento delle attività.
Il ritiro dei rifiuti dovrebbe completarsi nel corso della mattinata. Si stanno ancora studiando eventuali possibili criticità: non è esclusa la possibilità di adeguare il ritiro dei rifiuti in base ad esigenze particolari che si evidenzieranno.

In chiusura, il Sindaco Sanna ha tenuto a ringraziare Lazio Ambiente e i dipendenti comunali, oltre all’assessore Calamita che sta lavorando da tempo a questo passaggio epocale.
«Il decoro della città – ha detto – dipende dai cittadini, ed è a loro che mi appello affinché si rendano conto della valenza e dell’importanza del grande cambiamento culturale che stiamo affrontando».

 


 

Opuscolo Raccolta Differenziata Porta a Porta Colleferro

(click sulla copertina per aprire l’opuscolo)

 


 

 


 

 


 

Civico 90 - Colleferro - Via Carpinetana Sud 90

Potrebbero interessarti anche...

Top