Colleferro. Luigi Chiavarone ha presentato il suo ultimo libro tra prosa e poesia “E cielo e terra si mostrò qual era. Piccola personale lezione di… poesia”

Nola Ferramenta ShopNola Ferramenta Shop

COLLEFERRO (Eledina Lorenzon) Luigi Chiavarone è tornato in libreria, dopo il suo romanzo d’esordio “Via degli Anemoni, 42” ed il saggio “Nel magma del bullismo – Adolescenti, famiglia, scuola al tempo del disagio globale” scritto in collaborazione con lo psicoterapeuta Diego Sedda, con una proposta originale a metà tra prosa e poesia dal titolo “E cielo e terra si mostrò qual era. Piccola personale lezione di… poesia”, edito da Ensemble, un testo destinato ai ragazzi delle scuole medie e superiori, ma nel quale genitori e docenti possono trovare spunto per dialogare con i giovani sul tema, non sempre facile, della poesia.

L’autore, docente per molti anni nelle scuole medie, ha saputo sapientemente intrecciare il suo vissuto professionale ed umano attraverso memorie personali, musica, affetti, passato e presente, non un saggio, ma uno spaccato di storia vissuta, che attraverso esperienze dirette pone in evidenza come i giovani, in questa società che li vuole troppo spesso lontani dalla poesia, siano invece capaci di cogliere l’essenza intuitiva di un verso.
Niente come la poesia riesce ad esprimere i propri stati d’animo nelle sfaccettatura alterne della vita, siano essi lieti o tristi, che troppo spesso restano soffocati nell’animo.

 

Volantino Marmorato Expert Colleferro – Sull’onda del FUORITUTTO - 8-28 Agosto 2019

Ha dialogato con l’autore la prof.ssa Gisa Messina, rientrata in attività dopo una dura esperienza personale di malattia superata con grande coraggio e determinazione, sempre molto attenta a cogliere ed analizzare i messaggi che l’autore ha voluto trasmettere, fortemente convinto che lo scambio intergenerazionale, soprattutto nella poesia, sia fondamentale.

Troppo spesso parlare di filosofia e poesia è oggi considerato “vetusto ed inutile”, insomma un andare controvento, dimenticando che tutti “i cambiamenti del mondo sono stati fatti da poeti e filosofi, anche quelli sociali ed economici”.

Nel volume tante le poesie, di autori famosi o giovani esordienti ed anche dello stesso autore in età giovanile che intervallano le varie esperienze personali nel mondo della scuola a contatto con gli studenti, a cominciare da quelle di Giovanni Pascoli e la sua poetica del fanciullino con il suo mondo e la ricerca che fa di se stesso.

Quella dell’adolescenza è una fascia di età importantissima e delicatissima, un passaggio in cui si possono operare arricchimenti e confronti, e sussiste un rapporto dei ragazzi con la poesia, l’importante è “aiutarli a dare espressività, tanto più al giorno d’oggi in cui la parola o è un po’ distorta, o abusata e ridotta”.
Diventa quindi determinante dare la possibilità ai giovani di esprimersi in un momento determinante della loro vita dove vivono una fase di crescita affettiva, di interesse culturale a cui troppo spesso non sanno dare parola o non trovano il canale per farlo.

Un’intenso scambio di domande e risposte che ha saputo ben analizzare il pensiero che l’autore ha cercato di trasmettere al numeroso pubblico presente nella Libreria C&C Catena di Colleferro, intervallato dalla lettura di poesie e brani tratti dal libro, letti con grande pathos da Leonardo Romboli, ricordando come la poesia è, utilizzando un termine attuale, un tweet dell’anima.

Questo libro ha come argomento la poesia e questo già potrebbe produrre una certa diffusa ritrosia a sfogliarlo. In realtà, non è una raccolta di testi poetici, pur citandone alcuni, ma una proposta di percezione più vicina e familiare del testo poetico.

Non è però neppure un saggio e vaga tra passaggi narrativi attraverso memorie personali, musica, affettività, passato e attualità. Ha come destinatari finali i ragazzi delle scuole medie e superiori, ma attraverso gli adulti: docenti, studenti universitari e anche coloro che seguono oggi i ragazzi o ritornano in un tempo più maturo a riaccordare qualche nota poetica trattenuta e conservata.

Suggerisce qualche metodo forse artigianale, dove fondamenti formativi si intrecciano con vissuto professionale e umano dell’autore, a contatto coi ragazzi per molti anni docente; ma solo perché, in questo modo, si possa meglio cogliere l’essenza intuitiva di un verso. “Piccola personale lezione di… poesia” presso la libreria Catena di Colleferro.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top