Colleferro. Iniziative natalizie della Scuola elementare “Dante Alighieri”

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO (RM) – Riceviamo e volentieri pubblichiamo un comunicato giunto in redazione dalla Scuola Elementare “Dante Alighieri”.

«Natale, tempo di condivisione e vicinanza, tempo per fermarsi e riflettere, a scuola e fuori dalla scuola, per “ insegnare ed imparare” sentimenti veri, spesso oscurati dal peso inutile del benessere materiale. In quest’ottica gli insegnanti hanno rallentato la normale attività a favore di una didattica del cuore, della grammatica in cui i possessivi “mio e tuo” lasciano il posto a “nostro”, di una matematica in cui la somma di ciò che ognuno ha “è uguale a” un po’ di felicità per tutti. Nelle settimane precedenti al Natale si è deciso allora di portare fuori dell’edificio scolastico la voce di ogni bambino che, moltiplicata per tutti, diventa un coro allegro, tramite diverse iniziative con i bambini “protagonisti del loro territorio”.

Estate a Teatro

Le classi seconde hanno trascorso un pomeriggio presso il reparto di Pediatria dell’Ospedale di Colleferro, realizzando l’addobbo natalizio e l’allestimento dell’albero con lavori creati precedentemente in classe; ai piccoli degenti, purtroppo lontani dalle proprie classi, è arrivato quello spirito del Natale che contagia febbrilmente le scuole in questo periodo, attraverso canti, poesie e un piccolo scambio di doni. Ad allietare qualche ora dei meno giovani, hanno invece pensato i ragazzi delle classi quinte che hanno visitato gli ospiti della Casa di Riposo per i quali hanno preparato lettere augurali.

Attraverso i canti natalizi e le danze, e soprattutto con la loro compagnia, hanno regalato un giorno speciale agli anziani. La stessa allegria è stata inoltre scambiata con tutti coloro che hanno incontrato sulle strade del ritorno verso la scuola, lungo le quali hanno intonato i canti e riproposto le coreografie con soste in diversi angoli del paese e nelle piazze vicine alla scuola. Grazie alla loro improvvisazione i “piccoli artisti”, stereo in spalla e cappellino rosso in testa, hanno letteralmente incantato i passanti che, dapprima incuriositi e poi coinvolti, si sono ritrovati in questa onda colorata e allegra, che ha saputo mixare canti a cappella a rap ballati, jingle tradizionali a danze di gruppo.

Un vero e proprio flashmob! Mentre un sole generoso di un frizzante mese di dicembre illuminava la scena, la purezza delle voci correva sulle note dei cori di Natale. I sorrisi di questo pubblico spontaneo sono valsi più di qualsiasi applauso e tutti hanno potuto assaporare il piacere di quei pochi minuti rubati al via vai anonimo delle giornate feriali. Potere dei bambini, valore della condivisione, comunque ottimo esempio di una scuola che convince anche al di fuori delle mura dell’aula» (F.to R. Colelli – S. Bianco).

 

Potrebbero interessarti anche...

Top