Colleferro. Il Vqa dr. Orlando Ottone Parrella è il nuovo Dirigente del locale Commissariato di P.S. della Polizia di Stato

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO (RM) – A partire dal 1° Agosto scorso, il Commissariato di P.S. della Polizia di Stato di Colleferro ha un nuovo Dirigente, il Vice Questore Aggiunto (Vqa) dr. Orlando Ottone Parrella.

Il dr. Parrella succede, per normale avvicendamento, al Vqa Paolo Gigli.

Il nuovo Dirigente del Commissariato è nato a Benevento 53 anni fa, è sposato ed ha due figli.

Giunge a Colleferro dopo una intensa e proficua attività investigativa e di Polizia giudiziaria svolta presso numerosi uffici della Polizia di Stato disseminati su tutto il territorio nazionale.
Prima ancora di “arruolarsi” in Polizia, ha frequentato la Scuola Militare “Nunziatella” di Napoli.
Entrato in Polizia, nel 1984, ha diretto la “Squadra Mobile” ed il Reparto “Prevenzione Crimine” presso la Questura di Torino, per poi svolgere un lungo e proficuo periodo di lavoro presso la Procura della Repubblica di Roma nella Sezione della Polizia Giudiziaria del Tribunale di Roma. Durante questo periodo, grazie al suo lavoro, coordinato dal Sostituto Procuratore Nicola Maiorano, riuscì dopo 9 anni a trovare la piccola Valentina Cori, affidata dal tribunale al papà, ma rapita dalla mamma trasferitasi in Francia…
Ha poi prestato servizio presso l’Ufficio di Gabinetto della Questura di Padova per poi tornare alle “dipendenze” della Questura di Roma come Dirigente – in rapida successione – dei Commissariati di Frascati, Roma-Colombo e Tivoli.

Dal 1° Agosto, dunque, è il nuovo Dirigente del “nostro” Commissariato.
In questi primi giorni del nuovo incarico, il Vqa Orlando Parrella ha avuto modo di conoscere tutti i suoi diretti subordinati e di incontrare alcuni sindaci del vasto territorio di competenza che – lo ricordiamo – comprende i Comuni di Affile, Arcinazzo Romano, Artena, Bellegra, Carpineto Romano, Cave, Colleferro, Gavignano, Genazzano, Gorga, Jenne, Labico, Montelanico, Olevano Romano, Rocca S. Stefano, Roiate, Segni, Vallepietra, Valmontone.

E proprio su quest’area territoriale il dr. Parrella – oltre al lavoro di investigazione e repressione – intende intensificare soprattutto l’attività di prevenzione dei reati, con una maggiore presenza sul territorio e con eventuali servizi straordinari “ad hoc” per affrontare specifiche criticità. Il tutto in stretta collaborazione con tutte le altre istituzioni e le Forze dell’Ordine insistenti sul territorio.

Al dr. Orlando Ottone Parrella giungano gli auguri di buon lavoro da parte del nostro giornale e – riteniamo – di tutta la nostra comunità.

Potrebbero interessarti anche...

Top