Colleferro. Grande successo al Liceo Scientifico “G. Marconi” per l’evento conclusivo del progetto “A Scuola di OpenCoesione”

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO (Eledina Lorenzon) – Lo scorso 9 Maggio ha avuto luogo, presso la Sala Videoteca del Liceo Scientifico G. Marconi dell’Istituto di Istruzione Superiore di Via delle Scienze di Colleferro, la giornata conclusiva del progetto “A Scuola di OpenCoesione” che ha interessato la classe V B coadiuvata dalle Prof.sse Cristina Ludovici (Responsabile del Progetto) e Tiziana Roscioli.
L’evento si è svolto in concomitanza con la Giornata dedicata alla Festa dell’Europa per ricordare il giorno del 1950 in cui vi fu la presentazione, da parte di Robert Schuman, del piano di cooperazione economica, ideato da Jean Monnet ed esposto nella Dichiarazione Schuman, che ha segnato l’inizio del processo d’integrazione europea con l’obiettivo di una futura unione federale.

Come abbiamo avuto modo di illustrare nel nostro precedente articolo del 7/02 [qui l’articolo •>], il progetto – realizzato grazie ad un accordo di collaborazione con il Dipartimento per le politiche di Coesione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e che beneficia di un protocollo di intesa siglato con la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea per il coinvolgimento a supporto delle scuole partecipanti, della rete di centri di informazione Europe Direct – è finalizzato a promuovere principi di cittadinanza attiva e consapevole del proprio territorio e del ruolo dell’intervento pubblico, con l’obiettivo di sviluppare competenze digitali affinché gli studenti diventino cittadini consapevoli ed attivi nella partecipazione alla vita pubblica del proprio territorio.

Un percorso didattico impegnativo ha coinvolto gli studenti in quattro lezioni in classe di circa 3 ore, interviste approfondite ai Sindaci dei paesi limitrofi per approfondire tematiche varie, una “visita di monitoraggio civico” e l’organizzazione di due eventi, il primo tenutosi il 15 Marzo presso il Convento dei Cappuccini di Segni, che ha coinvolto la cittadinanza dei paesi interessati, diverse associazioni, tra cui Istat, Lega Ambiente Lazio, Europe Direct e Compagnia dei Monti lepini, Esponenti politici e Sindaci dell’area dei Monti lepini e presentato un programma dedicato sia alle tradizioni locali che alla situazione ambientale del territorio ed alle possibili soluzioni.

Presenti all’incontro finale il Dirigente Scolastico Prof. Antonio Sapone che ha dato il benvenuto agli ospiti intervenuti: i Sindaci di Colleferro Pierluigi Sanna, di Gorga Nadia Cipriani, di Gavignano Emiliano Datti, per Carpineto Romano il Consigiere Maurizio Meloni, il Presidente della Compagnia dei Lepini Quirino Briganti, la Dirigente Scolastica IIS di Via Gramsci-Valmontone Prof.ssa Patrizia Fiaschetti nonché Rappresentanti di Lega Ambiente Lazio ed Istat.

Dopo la proiezione di un video che ha riassunto le fasi salienti del percorso intrapreso, gli studenti hanno illustrato il progetto pubblico finanziato sul loro territorio che hanno scelto di monitorare e precisamente quello attuato dall’IIS Via Gramsci – IPIA “Paolo Parodi Delfino” di Colleferro evidenziandone lo stato di avanzamento sulle base delle informazioni raccolte, i risultati ottenuti e le eventuali difficoltà nell’attuazione del progetto stesso.

Gli studenti hanno poi presentato il frutto sicuramente più coinvolgente del loro lavoro “La Guida del Parco Polifunzionale dei Monti Lepini” (video qui sotto), un’interessante quanto utile opuscolo per meglio conoscere la bellezza sia storica che paesaggistica del nostro territorio analizzando i paesi del versante romano che ne verrebbero a far parte.

 

Nel prendere poi la parola il Presidente della Compagnia dei Lepini, ha ringraziato gli studenti «per l’analisi e lo studio che è stato messo in campo», che ha avuto un esito davvero spiazzante perchè «a quasi cinquant’anni dal primo documento di Italia Nostra che parlava di Parco dei Monti Lepini, questo Liceo e questo studio hanno finalmente gettato un’idea chiara di quella che potrebbe essere una soluzione al tema ambientale sul nostro territorio, senza ipocrisie, parlando del parco come strumento», mentre nei decenni trascorsi il tema del parco è stato caratterizzato da un dibattito distorto che ne ha compromesso la nascita stessa.
Ha poi proseguito illustrando le bellezze di questo territorio, sia sul versante della provincia di Roma, che di Frosinone e Latina con 25 Comuni interessati, ognuno con personaggi, storie eventi di grande rilievo e con un’area ambientale particolarmente significativa con una biodiversità davvero eccezionale.

Un progetto, quello presentato dagli studenti del Liceo Scientifico G. Marconi di Colleferro, di elevata qualità che dimostra come sia radicato il grado di consapevolezza rispetto a tematiche così importanti per il territorio e forte il senso di partecipazione civica.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top