Colleferro | Gavignano. 31enne di Gorga fugge al controllo per evitare l’etilometro. Dopo un pericoloso inseguimento in auto è stato arrestato dai Carabinieri

Nola Ferramenta UtensileriaNola Ferramenta Utensileria

COLLEFERRO | GAVIGNANO | GORGA – Rimane alta l’attenzione dei Carabinieri della Compagnia di Colleferro sul territorio di competenza, soprattutto nell’arco orario notturno.
Gli obiettivi primari delle attività svolte dai militari sono l’identificazione di soggetti di interesse operativo, il controllo della circolazione stradale, la prevenzione e – laddove necessario – la repressione dei reati contro il patrimonio e contro lo spaccio di droga.

In questo contesto operativo, i Carabinieri della Stazione di Gavignano hanno arrestato un 31enne originario di Gorga, già conosciuto alle forze dell’ordine, con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale.

I militari hanno fermato l’uomo nella zona industriale della cittadina di Colleferro, mentre girovagava a bordo della propria della autovettura in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta a qualche bicchiere di troppo.

Alla vista dei Carabinieri, il 31enne ha dato vita ad un pericoloso inseguimento lungo le vie cittadine che si è concluso nel Comune di Segni grazie anche all’intervento in supporto dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile.

L’uomo si è rifiutato di sottoporsi sia agli accertamenti per verificare l’assunzione di alcolici sia a quelli per gli stupefacenti.
La patente di guida gli è stata immediatamente ritirata e l’auto sequestrata.
Il 31enne è stato posto agli arresti domiciliari.
All’esito del giudizio, svolto nel Tribunale di Velletri, l’attività dei Carabinieri è stata convalidata e l’arrestato ha optato per il patteggiamento ad una pena di 7 mesi di reclusione.

Arrestato anche un 30enne nordafricano ricercato

È di qualche notte fa, invece, l’arresto di un cittadino nordafricano di 30 anni eseguito dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Colleferro. I militari lo hanno controllato lungo le vie del centro ed è risultato gravato da un ordine di carcerazione per reati inerenti gli stupefacenti commessi a Reggio Calabria.
Il 30enne è stato ammanettato e portato nel carcere di Velletri.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top