Colleferro. Fermato al 3C dalla Polizia Locale minaccia di rivolgersi ad altre Forze dell’Ordine… 13 denunce da parte dei Vigili Urbani

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO – Nella mattinata di oggi, 21 Marzo, gli agenti della Polizia Locale hanno fermato una persona intenta a camminare al cosiddetto 3C.

Interrogato sulle motivazioni della sua presenza in un luogo ben più distante della “prossimità della propria abitazione”, l’uomo ha risposto all’agente che avrebbe dovuto leggere meglio le direttive e che, sostanzialmente, aveva pienamente diritto di essere lì a fare jogging.
La sua “convinzione” era talmente radicata che per far valere le proprie ragioni ha minacciato di rivolgersi ad altre Forze dell’Ordine.

Al di là del caso specifico, sul quale evitiamo qualsiasi commento, chiariamo subito che alla luce dell’Ordinanza del 20 Marzo del Ministero della Salute, il “3C” deve essere deserto.
Non vi è abitazione nella cui “prossimità” rientri il “3C”. La prossimità – chiarita nell’ambito di altre circolari, ordinanze e DPCM – è 200 metri [Ordinanza del 20 Marzo del Ministero della Salute •>].

Pubblicità su Cronachecittadine.itPubblicità su Cronachecittadine.it

Un bell’inizio di primavera dunque anche per gli agenti della Polizia Locale di Colleferro che in questi giorni controllano il territorio comunale con tre pattuglie.

Con quella di stamattina le denunce comminate dalla Polizia Locale salgono a 13, ma aldilà del “bollettino dei multati” (si ricorda che non si tratta di una “ammenda” come quelle per divieto di sosta; trattasi di una sanzione penale), ancora non si riesce a comprendere la pericolosità oggettiva dei comportamenti non rispettosi delle norme emanate.

DOBBIAMO STARE A CASA!!!

 

Potrebbero interessarti anche...

Top