Colleferro. Ewa Chrusciel poetessa, traduttrice ed insegnante di scrittura creativa ha presentato la sua raccolta di poesie “Contrabbando di Upupe”

Nola Estate 2019Nola Estate 2019

COLLEFERRO (Eledina Lorenzon) – Ewa Chrusciel, poetessa, traduttrice e professoressa di scrittura creativa presso il Colby-Sawyer College (New Hampshire-USA), è stata ospite, nel pomeriggio di Venerdi 7 Giugno, della Libreria Catena per presentare la sua raccolta di poesie “Contrabbando di Upupe”, appena uscita per la collana di Affluenti, curata da Edoardo Olmi con Edizioni Ensemble, nella traduzione di Anna Aresi a cura di Andrea Sirotti.

La scrittrice, nata a Cracovia nel 1972, ha all’attivo tre raccolte di poesia in polacco (Furkot, 2003; Sopilki, 2009 e Tobolek, 2016), prima di passare all’inglese, sua lingua adottiva, con le successive raccolte Strata (2009), Contraband of Hoopoe (2014) e Of Annunciations(2017).

Ha tradotto dall’inglese al polacco autori come Jack London, Joseph Conrad, I.B. Singer e poeti tra cui Jorie Graham, Kazim Ali, Lyn Hejinian, Cole Swensen.

Volantino Marmorato Expert Colleferro – Un regalo a tutto volume - 11-24 Luglio 2019

A presentare l’autrice e introdurre l’opera Gisa Messina, poetesa, scrittrice e giornalista, nonché Prof.ssa di Materie letterarie presso l’I.C. Margherita Hack-Scuola secondaria di Primo Grado L. Da Vinci, che ha aperto il suo intervento ringraziando la Libreria Catena di Colleferro che permette di incontrare autori, sia del panorama nazionale che internazionale, di grande spessore, facendo vivere ai lettori esperienze davvero importanti.

Di grande comunicativa, Ewa Chrusciel ha travolto il pubblico per la sua energia e simpatia, interagendo con la relatrice e riuscendo a creare un’atmosfera quasi familiare. I versi delle sue poesie, letti con grande trasporto seppur in lingua inglese, hanno saputo far breccia nell’animo dei presenti, trasferendo sensazioni davvero uniche, aiutando a sviluppare l’immaginazione e l’empatia..

“Contrabbando di Upupe” è una raccolta di poesie in versi e poesie in prosa che esplorano il tema del contrabbando, dell’attraversamento legale o illegale di confini insieme a oggetti di vario tipo, più o meno permessi che rappresentano le radici e le tradizioni di chi è costretto alla partenza, portando con sé i sentimenti, idee, attitudini e lingue che possono rappresenare per chi riceve l’immigrato come una minaccia alla propria identità o come grande potenziale di arricchimento umano e culturale.

La raccolta si snoda su vari livelli, ben intrecciati sul piano linguistico che tematico, inventando una poetica del contrabbando che attraversa confini nazionali, storici e linguistici. Ewa Chrusciel conosce bene i sentimenti degli immigrata, essendo essa stessa immigrata, o come meglio ama definirsi “nomade nella vita”, anche se ha i suoi luoghi di appartenenza. Nel momento stesso in cui si parla di confini e del loro attraversamento, le poesie di Chrusciel mettono in discussione, o cercano di oltrepassare, il concetto stesso di confine e la sua legittimità in quanto limite posto arbitrariamente da alcuni per separare e per etichettare l’Altro come diverso e pericoloso.

Simbolo del libro è l’Upupa, l’uccello dell’esilio e del ritorno, che il re Salomone inviò alla Regina di Saba per convertirla alla sua fede. Sotto la protezione di questo mitico uccello, la Chrusciel traccia la descrizione di una serie di oggetti storici, credenze non dichiarate e messaggi segreti che gli immigrati, nel corso della storia, hanno fatto passare di nascosto attraverso le dogane, le frontiere ed i mari.
Episodi semplici, personaggi di grande umanità ed eroismo, storie che si intrecciano… Ewa Chrusciel racconta una storia decisamente postmoderna, tessuta dalla vita di innumerevoli immigrati passati e presenti, una storia che è anche la sua costretta a lasciare la Polonia, con il ricordo di un’infanzia vissuta sotto un regime comunista. Per l’autrice solo la poesia permette al poeta di cantare per opporsi ai regimi, alla violenza, all’ingiustizia, all’oppressione e alle bugie.
Nel corso della presentazione interventi musicali alla tromba a cura del M° Giuseppe Favale.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top