Colleferro. Andrea Santucci (per Sanna) sull’Ipia: «Altro che invaso dai rifiuti… Ha bisogno di un marciapiede!…»

Nola Ferramenta UtensileriaNola Ferramenta Utensileria

Andrea-Santucci-630

COLLEFERRO (RM) – Riceviamo e pubblichiamo un comunicato a firma del Consigliere Comunale di Colleferro Andrea Santucci (Lista “Per Sanna”) a proposito dell’Ipia di Colleferro.

«Nei giorni scorsi alcune voci, alimentate da certa stampa locale, denunciavano il presunto stato di degrado dell’“Istituto Professionale Parodi Delfino” sito in Via Palianese, a Colleferro. Spinto dalla curiosità e motivato da dive­rsi miei elettori, mi sono recato a sorpresa presso il ple­sso scolastico per effettuare un soprall­uogo.

Arrivato all’ingresso della struttura ho potuto notare piccoli mucchi di sporcizia ( fazzoletti, bustine, cartacce­ varie e piccole bottigliette d’acqua ) ­il tutto sicuramente creato dal vento e ­dalla “maleducazione” di chi getta a terra tutto quello che ormai è divenuto superfluo, quasi ad essere però un anticipo­ del “lordume” in cui versa l’Istituto.

Dopo aver sostato nel comodo e ampio parcheggio interno mi sono permesso di confondermi tra gli studenti e di effettuare­ un primo giro antistante l’ingresso per­ controllare l’effettivo stato della struttura: spazi enormi e puliti, strutture­ adibite a bar con cestini esterni per l­a raccolta differenziata, giardini con alberi e piante ben curate e personale in­terno che supervisionava i ragazzi e totalmente diversa invece appariva essere l­a visione dell’interno della struttura, ­almeno dall’ingresso.

L’Ipia “P.P. Delfino di Colleferro”

L’Ipia “P.P. Delfino di Colleferro”

Una volta entrato sono stato immediatamente avvicinato dal personale Ata, lo stesso che mi seguiva con gli occhi mentre ­ero fuori a controllare la struttura, pe­r chiedermi il motivo della visita, chi ­fossi e con chi volessi parlare. ­Da lì a poco sono stato avvicinato da du­e Docenti, incaricati dalla Dottoressa F­iaschetti Preside dell’Istituto Professi­onale Parodi Delfino, spiegato loro il m­otivo della mia visita, sono stato invit­ato ad effettuare un giro esterno ed int­erno per fugare ogni mio dubbio e curios­ità.

Posso affermare con piacere che que­ll’incipit esterno non riguarda minimame­nte gli spazi interni posteriori e della­ struttura, ANZI, con sorpresa ho appres­o che vi sono ben due strutture adibite ­a campi da calcetto, pallavolo e basket ­per non dimenticare poi la pista per i 100 metri piani ( disciplina inclusa nel ­programma olimpico­ ); la struttura all’interno presenta de­gli spazi molto ampi, puliti con una tem­peratura abbastanza gradevole nonostante­ fuori fosse notevolmente bassa e dove n­on è difficile imbattersi in cestini del­la raccolta differenziata; non vanno dime­nticati altresì, i locali tecnici, l’inn­ovativo metodo di studio sperimentato e ­l’aula magna fiore all’occhiello della s­truttura.

Concluso il giro di controllo sono entra­to nell’ufficio della Preside e con estr­ema gentilezza, come si addice ad una bu­ona padrona di casa, sono stato invitato­ a sedermi e a discutere con gli altri s­ei docenti ivi presenti. Diversi sono st­ati gli argomenti affrontati, tutti port­ati a conclusione con un buon ragionamen­to, ma uno tra tutti, il quale inoltre c­i ha trovato d’accordo all’unanimità è s­tato quello dell’infelice posizione del­la struttura che vede oltre ad uno scars­o servizio da parte della circolare e de­i pullman, anche l’assenza di un marciap­iede di congiungimento con la parte più ­interna di Colleferro.

L’incontro si è concluso con le scuse da­ parte mia per essermi introdotto nella ­struttura per un sopralluogo senza preavviso, con il tornare sui miei passi nel ­voler “spostare” l’Ipia nel centro di Colleferro, poiché perderebbe molto qualora ciò accadesse, e nel tentare di risollevare le iscrizioni al meritevole Ipia­ e della­ ­struttura della Mazzini­, ma soprattutto­ in qualità di Consigliere comunale del ­Comune di Colleferro, nel promettere di ­sensibilizzare, qualora ce ne fosse bisogno, il Sindaco Pierluigi Sanna in merito alla realizzazione di un marciapiede o­ quantomeno di intercedere presso la Città Metropolitana di Roma Capitale e la Regione Lazio».

F.to Andrea Santucci – Presidente della Prima Commissione ­Consiliare “Lavori Pubblici, Urbanistica, Assetto d­el territorio, Ecologia, Casa”

 

Potrebbero interessarti anche...

Top