Colleferro. Alla scoperta delle origini della città. Presentato in aula consiliare il catalogo “Omaggio a Oddini” di Renzo Rossi

COLLEFERRO (RM) – Sabato 9 Dicembre, in Aula Consiliare è stato presentato il libro curato e realizzato da Renzo Rossi, da sempre appassionato della storia e fonte inesauribile di materiale storico di Colleferro.

Erano presenti, oltre al Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna, il Prof. Paolo Cutini, Gastaldo Giacome – rappresentante dell’Accademia Urbense che ha portato i saluti del Sindaco di Ovada -, l’Assessore Rosaria Dibiase, i Consiglieri comunali Francesco Guadagno, Luigi Moratti ed Agnese Rossi, il Direttore del Museo Archeologico Angelo Luttazzi, il Presidente del Rotary Club Giuseppe Grande ed il Presidente del Comitato di Quartiere S. Barbara Girardi.
Nel corso dell’incontro si è collegato da Cagliari, in video via Skype, il nipote dell’Architetto Michele Oddini, Stefano Oddini Carboni.

Possiamo sicuramente parlare di un successo annunciato vista la passione profusa da Renzo nel ricostruire con meticolosità archivi fotografici e documentali e raccontare ai cittadini attraverso le pubblicazioni, la storia della città.
L’Archivio documentale da poco inaugurato è una reale testimonianza dell’ottimo lavoro svolto in tutti questi anni da Renzo Rossi.

Con la sua ultima pubblicazione e con l’ausilio di foto inedite sembra di compiere un’ideale e affascinante passeggiata alla scoperta delle origini della nostra città, della sua storia urbana, dei suoi quartieri, del suo tessuto urbano antico e di come, da sempre, abbia saputo guardare al futuro.

Le didascalie di quest’ultimo libro sono state redatte in quattro lingue grazie alla collaborazione con il Liceo Linguistico “Regina Margherita” di Anagni.

L’attenzione verso l’uomo che attraverso il suo lavoro realizzò il villaggio di Santa Barbara e curò la costruzione dello stabilimento di esplosivi e degli edifici destinati ai servizi e alle civili abitazioni delle maestranze rimane viva grazie a queste pubblicazioni.

Com’è noto l’Architetto Michele Oddini, cugino acquisito dell’Ingegner Leopoldo Parodi Delfino attraverso i suoi studi e le sue esperienze fatte durante i viaggi in Inghilterra realizzò il primo vero nucleo abitativo della futura Colleferro con uno stile “Liberty”.
Le realizzazioni architettoniche eseguite a Colleferro, dal 1916, fanno parte del cuore urbanistico della città caratterizzandone il suo profilo.
Oddini realizzò lo spaccio aziendale, il Tempietto di S. Barbara, le scuole elementari, l’asilo infantile, l’ambulatorio medico, la farmacia, la casa della maternità, il cinema teatro, i bagni, i giardini pubblici.

«Salvaguardare la memoria storica documentale e fotografica della nostra città – ha affermato il Sindaco Pierluigi Sanna – non è solamente giusto è anche socialmente necessario. Il lavoro svolto da Renzo nel corso degli anni, ha il delicato compito di tenere accesa una luce sulla storia di Colleferro.
A questo proposito, un grazie di cuore a Renzo, per la sua professionalità, la cura e la passione che mette nel realizzare queste pubblicazioni fotografiche che consentono di mantenere traccia della storia cittadina trasmettendola alle nuove generazioni».

Potrebbero interessarti anche...

Top