Colleferro. Alla elementare “Flora Barchiesi” un interessante progetto: “Spazio Scalo, arte, sport, scienza e divertimento”

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO (Eledina Lorenzon) – La scuola primaria “Flora Barchesi” dell’Istituto Comprensivo Margherita Hack di Colleferro, Venerdì 27 Settembre – giorno dedicato alle manifestazioni per l’ambiente – ha voluto partecipare in modo originale all’evento e, in collaborazione con l’“Associazione Culturale Labc”, ha lanciato il progetto “Spazio Scalo, arte, sport, scienza e divertimento”.

Scopo del progetto è quello di creare punti di aggregazione trasversale a disposizione dei cittadini, ma soprattutto delle generazioni più giovani.

Estate a Teatro

La giornata ha voluto coinvolgere coloro che quotidianamente vivono il quartiere come gli alunni della Scuola Primaria “Flora Barchesi” e si è sviluppata in una serie di iniziative che non hanno avuto uno scopo esclusivamente didattico, ma hanno interessato temi ludici e sportivi.

Ricordiamo che la “Flora Barchesi”, ubicata nel quartiere dello Scalo, è l’istituto scolastico più longevo della città ed oggi, grazie ai lavori effettuati dall’Amministrazione Comunale, è una scuola al passo con i tempi, accogliente dal punto di vista scolastico grazie all’abbattimento delle barriere architettoniche, dal punto di vista culturale con la realizzazione nell’ultimo piano di Laboratori culturali e teatrali, dal punto di vista sportivo con la ristrutturazione dell’impianto di pallacanestro, unico in città, che ha compreso la pavimentazione, la costruzione delle gradinate e degli spogliatoi, e soprattuto dal punto di vista della sicurezza.

Gli alunni hanno seguito in classe una breve lezione su come realizzare un fumetto e poi tutti a disegnare un personaggio nato dalla loro fantasia, sotto la supervisione del disegnatore e fumettista Mattia Di Meo. A seguire lezione di scienza tra soluzioni acide e basiche con la curiosa prova dell’uovo che, immerso nell’aceto, perde il suo guscio! Inutile dire che i bambini sono rimasti davvero affascinati.

Poi tutti in giardino per un mini corso di giardinaggio, notizie sulle piante, insetti e tanto altro, per finire con la messa a dimora di tanti bulbi, delicatamente ricoperti di terriccio ed identificati con bastoncini colorati su cui ogni bambino ha scritto il suo nome, chissà che fioritura nella prossima primavera!

Non sono mancati i momenti dedicati allo sport con un allenamento di Kung Fu, nobile ed antica arte cinese di difesa ed un’avvincente e combattuta partita di Basket.
Tanta allegria e la consapevolezza di “vivere a pieno uno spazio comune, imparando ad averne cura e rispetto, attraversandolo e valorizzandolo giorno dopo giorno”.

Hanno collaborato con l’Associazione Culturale “Labc”, per la realizzazione del progetto, le associazioni “Terramadre”, “Kung Fu Quan”, l’Asd Pallacanestro Colleferro, “The science zone”.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top