Colleferro. Aggredisce fidanzato e “cognato” con un coltello da 30cm. Poi ne ha anche per i Carabinieri intervenuti. 47enne del luogo in manette

Nola Estate 2019Nola Estate 2019

COLLEFERRO I Carabinieri della Compagnia di Colleferro hanno arrestato una 47enne colleferrina, incensurata, per il reato di lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale.

È singolare la vicenda accaduta nei giorni scorsi, quando i militari dell’Aliquota Radiomobile sono intervenuti in un’abitazione del centro cittadino a seguito della richiesta di aiuto pervenuta al numero d’emergenza 112 secondo cui vi era una violenta lite in atto tra un uomo e una donna.

Settimana Lenovo Marmorato Expert Colleferro

All’arrivo in casa, la donna stava tentando di scappare dall’abitazione e raggiunta dalla pattuglia ha cercato di eludere il controllo sferrando calci e pugni ai Carabinieri che tuttavia l’hanno immobilizzata e tradotta in caserma.

Ricostruendo l’accaduto tramite un accurato sopralluogo, la donna, per futili motivi, avrebbe prima aggredito il proprio fidanzato, un 43enne di Colleferro, con un coltello da cucina con una lama di circa di 30 centimentri, colpendolo all’avambraccio destro per poi aggredire il fratello della vittima che si era inserito per sedare la lite, ma anch’egli ha subito l’aggressione della donna con un candelabro.

Ricostruita la dinamica, le vittime sono state soccorse presso il pronto soccorso del locale ospedale dove il fidanzato è stato visitato e dimesso con 25 giorni di prognosi per una ferita da taglio all’avambraccio destro ed il fratello, 31enne di Colleferro, che ha riportato un trauma cranico e varie escoriazioni, ne avrà per 6 giorni.

La donna è stata ristretta in regime di arresti domiciliari.
Il giorno successivo il Tribunale di Velletri ha convalidato l’attività dei militari disponendo per la donna, in attesa di giudizio definitivo, gli arresti domiciliari presso la sua abitazione.

Potrebbero interessarti anche...

Top