Colleferro. A Santa Barbara il Sindaco Pierluigi Sanna consegnerà le chiavi della città ad Enrico Calamai, lo Schindler dell’Argentina

Nola FerramentaNola Ferramenta

enrico-calamai-f

COLLEFERRO (RM) – Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa relativo ad un importante iniziativa prevista per il giorno del Patrono della città Santa Barbara, Domenica 4 Dicembre: la consegna delle chiavi della città ad Enrico Calamai, lo Schindler dell’Argentina.

«Il sindaco Pierluigi Sanna domenica prossima consegnerà le chiavi della città a Enrico Calamai. Personaggio che si è reso protagonista d’importanti azioni umanitarie in Cile e in Argentina negli anni Settanta salvando numerose vite umane.

Era il 1976 quando Enrico Calamai, giovane diplomatico a Buenos Aires, dopo il colpo di stato che sconvolse l’Argentina riuscì a salvare circa 300 persone senza fare differenza tra i nostri connazionali emigrati e chi non era in possesso del passaporto italiano.
Calamai fu in grado di tessere una “rete” di protezione  accogliendo, sia nel consolato che nella sua casa, molti perseguitati fornendo falsi documenti per consentire l’espatrio in Italia. In alcuni casi accompagnò i rifugiati personalmente in aeroporto.
Già nel 1973, dopo il colpo di stato in Cile, un giovanissimo Calamai salvò da morte certa 412 persone, tra cui 50 bambini, che si erano rifugiati nell’ambasciata italiana.
Nel 2004 gli fu riconosciuto la “Cruz dell’Orden del Libertador San Martin”, per essersi battuto in difesa dei diritti umani durante gli anni della dittatura.
Gli sono dedicati anche un albero e un cippo nel Giardino dei Giusti di tutto il mondo di Milano. Calamai ha contribuito a fondare il “Comitato per la promozione e la protezione dei diritti umani” ed è autore del libro: Niente asilo politico. Diario di un console italiano nell’Argentina dei desaparecidos.
Da questo libro è stato liberamente tratto lo sceneggiato televisivo “Tango per la libertà”.

Enrico Calamai anche oggi è molto attivo nel battersi a difesa dei diritti umani dedicando particolare attenzione alle vicende che riguardano l’area mediterranea».

 

Potrebbero interessarti anche...

Top