Città Metropolitana di Roma Capitale. Riparte la motonave Sabazia: Sanna-Ferraro: «Lavoro congiunto per far ripartire turismo ed economia del territorio»

Nola FerramentaNola Ferramenta

LAGO DI BRACCIANO – Dopo due anni di fermo, riparte la Motonave Sabazia II. I problemi di abbassamento delle acque del Lago di Bracciano e i lavori che hanno interessato la carena della nave danneggiata dopo due anni di pandemia, sono stati finalmente risolti grazie all’intervento della Città metropolitana di Roma, coordinando anche i lavori dei Comuni del territorio interessato.

La ripartenza, e quindi il nuovo varo della nave, che faciliterà a riprendere il servizio turistico tra i bellissimi paesaggi del Lago di Bracciano, è stato inaugurato alla presenza dei rappresentanti istituzionali della Città metropolitana di Roma Capitale, dei Sindaci di Anguillara Sabazia e Trevignano Romano, del Vice Sindaco di Bracciano e del Consigliere regionale Emiliano Minnucci.

«L’amore per Bracciano – ha dichiarato il Consigliere delegato all’ambiente di Città Metropolitana di Roma Capitale Rocco Ferraro – ha unito amministrazioni diverse, grazie al coordinamento dell’ente metropolitano abbiamo risolto in poco tempo una situazione di degrado e di rischio ambientale per un lago che come gli altri soffre della crisi ambientale e dell’abbassamento delle acque che nel tempo ha impedito la navigazione della motonave. La tematica ambientale e al tutela della biodiversità sono essenziali in questa fase critica, e questo Intervento unisce la cura dell’ambiente con la salvaguardia della cultura e il rilancio del turismo».

«È un risultato che arriva dopo anni di silenzio – ha aggiunto il Vice Sindaco della Città metropolitana Pierluigi Sanna– ed è un segnale che il nostro ente è vivo e vicino alle comunità del territorio. Tra le tante complessità ripartire dai singoli progetti e intervenire come coordinamento raccogliendo e dando voce ai diversi attori del territorio è l’unico modo per svolgere a pieno il nostro ruolo. Questa è stata una delle priorità decise a inizio di questo mandato insieme al Sindaco Gualtieri e ai Sindaci del territorio, fortemente sostenuta dal Consigliere Ferraro, e siamo riusciti a dare una risposta ancora prima dell’approvazione del bilancio, che è prossimo ad essere approvato.
Abbiamo dimostrato che siamo pronti a cogliere le sollecitazioni e ad intervenire sul territorio, così come stiamo facendo con la rimozione dei relitti alla foce del Tevere, per sostenere l’economia turistica e fare in modo che gli abitanti, soprattutto i giovani, sappiano amare e valorizzare il territorio in cui vivono».