Cisterna di Latina. Elisa Ciotti uccisa a martellate dal marito. L’allarme dato dalla figlia di 10 anni «È successo qualcosa a mamma…»

Nola FerramentaNola Ferramenta

CISTERNA DI LATINA – È accaduto nelle prime ore di oggi, 10 Giugno, in una delle villetta a schiera di via Palmarola, nel quartiere San Valentino di Cisterna di Latina.

Elisa Ciotti, 36enne originaria di Velletri, è stata uccisa a martellate dal marito, Fabio Trabacchin, coetaneo autotrasportatore, che ha ammesso le proprie responsabilità dopo quattro ore di interrogatorio.

A fare la macabra scoperta è stata la figlia di 10 anni che, entrata nella camera della mamma, l’ha trovata sul letto senza vita ed ha chiamato il papà al telefono: «È successo qualcosa alla mamma…».

La coppia si stava separando, ma ancora condivideva la stessa abitazione.
Intorno alle 4 del mattino, l’ennesima discussione, a voce alta, udita anche dai vicini. Poi la furia omicida.
Il marito ha usato un martello per colpirla ripetutamente alla testa. Poi, intorno alle 7,30, è andato a lavoro, gettando il martello nelle campagne circostanti.

A dare l’allarme poco dopo è stata la figlia che avrebbe chiamato uno zio dicendogli: «È successo qualcosa alla mamma…». Lo zio ha avvertito i Carabinieri che sono giunti sul posto e con loro  i sanitari che hanno solo potuto constatare la morte della sventurata.
Nel frattempo era tornato a casa anche l’uomo

Le indagini dei Carabinieri si sono subito concentrate sull’uomo che alla fine ha confessato di aver ucciso la donna al culmine dell’ennesima lite. All’uomo è stata sequestrata l’auto, mentre si cerca l’arma del delitto.

Il pensiero va alla povera bimba, testimone diretta, o indiretta, della peggiore tragedia possibile: perdere contemporaneamente entrambi i genitori…
Magari dopo una vita d’inferno in un nucleo familiare ormai sfasciato ed in continuo deterioramento fino al tragico epilogo.

Per il luogo, tornano alla mente le due ragazzine uccise lo scorso anno dal papà, il carabiniere che aveva prima inutilmente tentato di uccidere la ex moglie, oppure Desiré Maiottini, l’adolescente drogata, violentata ed abbandonata alla morte a San Lorenzo a Roma…

Per l’evento, torna alla mente la tragedia di Maria Manciocco di Segni [qui l’articolo •>], uccisa a martellate dal marito, con due gemelli di nove anni in casa al mattino di Domenica 16 Marzo 2014.
Anche loro persero entrambi i genitori allo stesso modo….

 

Potrebbero interessarti anche...

Top