Cassino. Cinque nigeriani arrestati per resistenza e violenza a P.U. e danneggiamento aggravato

Nola FerramentaNola Ferramenta

Polizia e CarabinieriCASSINO (FR) – Presso la sede della struttura denominata “Casa di Tom”, a Cassino, i militari del Norm della locale Compagnia, unitamente a quelli della Stazione Capoluogo e personale del locale Commissariato di PS, hanno arrestato cinque nigeriani per resistenza e violenza a P.U. nonché danneggiamento aggravato. Gli arrestati erano alloggiati presso varie unità abitative di quel centro, inseriti nel  programma denominato “emergenza Nord Africa”.

Gli operanti sono intervenuti presso la suddetta struttura, su richiesta delle operatrici, ove era stata inscenata una manifestazione di protesta da parte di circa 20 cittadini di origine centro africana, con la quale rivendicavano una presunta liquidazione in denaro superiore a quella prevista dalla legge, al fine di lasciare le unità abitative loro assegnate.

Gli arrestati, non ottenendo assicurazioni in merito alle loro richieste, hanno iniziato ad agitarsi e ad inveire contro una porta ed una finestra all’interno della struttura danneggiandole, avventandosi successivamente anche contro i militari e poliziotti intervenuti con l’intento di placare gli animi ed allontanarli, colpendoli con calci e pugni.

Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni.