Artena. Un defibrillatore a “cardioprotezione” degli abitanti del Centro storico. Un’iniziativa degli scout, del comitato di quartiere, del centro anziani e di aziende private

Nola FerramentaNola Ferramenta

ARTENA – Nella mattinata di oggi, 25 Giugno, grazie all’impegno congiunto del Associazione Scout d’Italia aps di Artena e del Comitato Centro Storico, è stato installato un defibrillatore.

All’importante installazione si è giunti grazie alla collaborazione nell’iniziativa di Alfalab e Fisiosport Center.

In particolare Alfalab del dottor Fabio Balzanetti, con trascorsi giovanili negli scout di Roma, ha acquistato il defibrillatore e lo ha donato alla comunità.
Fisiosport Center – rappresentato nell’occasione da Glauco Bucci e Giuseppe Mattozzi – ha curato la realizzazione della cassetta di sicurezza allarmata, nella quale è custodito il defibrillatore, impegnandosi anche nella relativa manutenzione.

Il defibrillatore è stato ubicato in un luogo considerato “equidistante”, e più facilmente raggiungibile, da ogni punto del Centro storico, e tra l’altro si tratta di un defibrillatore “ad uso guidato”, utilizzabile anche da chi non ha frequentato il corso specifico.

L’installazione di questa mattina va ad aggiungere una ulteriore nota di merito al lavoro svolto in questi ultimi tempi dall’Associazione Scout d’Italia aps.
Negli ultimi mesi dello scorso anno, infatti, l’Associazione, presieduta dall’instancabile Federica Giannini, ha portato a termine il progetto “Un’oasi nel Deserto” [qui l’articolo •>] che ha consentito di approfondire e di mettere in evidenza le criticità del Centro storico di Artena (il più grande, non carrabile, d’Italia) con una densità di popolazione anziana in continua crescita.

E proprio al termine del progetto “Un’oasi nel Deserto”, la Presidente Federica Giannini ebbe ad evidenziare che, «dopo la formazione di volontari, con un corso di Blsd, ed all’uso del defibrillatore, ci si aspettava che un ente pubblico – ad esempio il Comune – si impegnasse per installare il defibrillatore…».
È evidente che dopo il “no” dell’Amministrazione comunale, gli Scout di Artena non si sono dati per vinti ed alla fine, grazie alla generosità di aziende private, hanno raggiunto il risultato desiderato.

Grande soddisfazione è stata dunque espressa dalla Presidente Giannini e dal Presidente del Comitato Centro storico Virginio Cece, i quali, oltre a ringraziare, per la generosità, le aziende coinvolte, hanno anche evidenziato l’impegno personale del presidente del Centro Anziani di Artena, Luigi Bruni, ed hanno auspicato che iniziative simili possano essere replicate anche in altre zone della città, essendo questa la prima installazione di un defibrillatore ad Artena.