Artena. I quattro arrestati per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte a Colleferro, godono del “Reddito di cittadinanza”

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO | PALIANO | ARTENA – Le indagini sull’omicidio di Willy Monteiro Duarte vanno avanti spedite.

Gli inquirenti continuano a raccogliere testimonianze e, mentre gli avvocati difensori degli arrestati a Rebibbia chiedono di rimanere in isolamento – anche dopo la “quarantena” di due settimane cui sono sottoposti tutti i detenuti che entrano in carcere – per evitare ritorsioni dagli altri reclusi, giungono ulteriori esiti dalle indagini.

La “novità” è che tutti e quattro gli arrestati, compreso Belleggia, che è ai domiciliari, godono del reddito di cittadinanza.

Era stato annunciato che sui quattro indagati – ora per omicidio volontario, aggravato dai futili motivi – sarebbero state effettuate anche indagini patrimoniali, le quali hanno anche rilevato che per quanto riguarda il reddito di cittadinanza, allo stato di fatto, non ne avrebbero il diritto.

Intanto sono in corso anche le indagini sull’Audi Q7 nera, usata dagli arrestati per giungere sul luogo dell’omicidio e per andar via.
In particolare si cercano tracce ematiche ed altre prove biologiche che potrebbero aggiungere elementi, anche importanti, all’intera indagine.

[AGGIORNAMENTO]

Le indiscrezioni – relative al reddito di cittadinanza – sono state però smentite dai due fratelli, che davanti agli inquirenti avrebbero dichiarato: «Non abbiamo mai ricevuto o chiesto il reddito di cittadinanza».
Lo riferisce il loro difensore Massimiliano Pica. «In sede di interrogatorio i miei assistiti – spiega – hanno affermato di non avere mai ricevuto il reddito di cittadinanza. Di non sapere neanche di cosa si tratta».

Sulla stessa linea le dichiarazioni dell’avvocato Vito Perugini, difensore di Francesco Belleggia, l’unico dei quattro agli arresti domiciliari.
«Oggi ho avuto modo di parlare con il mio assistito – afferma l’avvocato – il quale mi ha assicurato di non avere mai richiesto né, ovviamente, percepito il reddito di cittadinanza. In caso contrario lo avrei invitato a restituire il denaro ricevuto».

 

Potrebbero interessarti anche...

Top