Artena. Concerti ed incontri al museo degli strumenti musicali “Museikè”, per salvare le tradizioni della civiltà agro-silvo-pastorale

Nola Estate 2019Nola Estate 2019

ARTENA (Eledina Lorenzon) – Bellissimo e partecipato pomeriggio in musica Domenica 1° Luglio al Museikè – Museo degli strumenti musicali di Artena, lo spazio dedicato al patrimonio musicale tradizionale, con particolare riferimento alla civiltà agro-silvo-pastorale della campagna romana.

Inaugurato il 28 Gennaio scorso, il piccolo museo, come evidenziato in quell’occasione dalla Presidente dell’Associazione Borgo dell’Arte Rachele Grazioli, non vuole essere luogo statico e banale, ma divenire centro culturale dove ritrovarsi per riappropriarsi delle tradizioni musicali che fanno parte del territorio e che non possono andare disperse.

E proprio in quest’ottica, tanti sono stati gli incontri ed i progetti di grande interesse musicale e culturale sviluppati in questi sei mesi di attività, volti soprattutto a far conoscere personaggi che tanto hanno fatto per la musica e la città di Artena, lasciando un ricco patrimonio di spartiti musicali da proteggere dalla polvere del tempo.

Settimana Lenovo Marmorato Expert Colleferro

Il concerto di Domenica scorsa è stato interamente dedicato all’attività musicale di Federico Talone, detto Federicuccio (1897-1976), musicista e compositore artenese nel 42° anniversario della sua scomparsa. Capostipite di una famiglia di musicisti, fu maestro di musica e direttore di banda ad Artena. Sono state eseguite alcune sue composizioni scritte tra gli anni venti e gli anni sessanta del 1900.
Musiche struggenti che hanno emozionato e commosso il numeroso pubblico presente, ascoltarle è stata una carezza per l’anima e la mente, riportandoci alla semplicità della vita agreste, quando una serata di ballo o sedere tutti attorno al focolare e raccontare storie era la felicità.

Fantastici i musicistii protagonisti della serata, dal figlio Benito (fisarmonica e chitarra) con i figli Fabrizio (chitarra) e Simone (percussioni), alla meravigliosa Olena Kurkina (mandolino) e ad Alessandro Mazziotti (flautista). Applausi scroscianti per tutti con la richiesta del bis!

Bruno Sorani, in conclusione di concerto, ha preso poi la parola per annunciare che è intenzione dell’Associazione Borgo dell’Arte promuovere la diffusione di questa musica con l’incisione di un cd e per l’attuazione del progetto sarà necessario lanciare una raccolta fondi, sia attraverso un contributo volontario in occasione dei concerti che si terranno al museo , che tramite un crowdfunding ,ossia una raccolta fondi utilizzando il web come un mezzo per poter raggiungere più persone possibili a cui presentare il progetto e dove si potrà contribuire al finanziamento.
Un’idea fantastica per proteggere e divulgare questo grande patrimonio musicale.

Prossimo appuntamento al Museikè è per Sabato 7 Luglio alle ore 21.00 con la cantante romana Antonella Costanzo che presenta il suo nuovo progetto che segue l’album “Roma, Parole e Musica” inciso insieme a Giorgio Onorato, una delle voci storiche della canzone romana. Il repertorio sarà vario e si muoverà tra reinterpretazioni di brani ormai divenuti veri e propri classici della città eterna, racconti, e canzoni originali in rigoroso dialetto romanesco, collante di tutto il progetto.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top