• Senza categoria

Arrestato dalla GdF il narcotrafficante Andrea Rollero. Latitante dallo scorso mese di gennaio, viveva a Roma sotto falso nome

Nola FerramentaNola Ferramenta

 

ROMANelle scorse ore i finanzieri del Comando Provinciale di Roma, a seguito di serrati servizi di polizia giudiziaria (appostamenti e pedinamenti), hanno catturato nella capitale, dopo circa 8 mesi di latitanza, il pericoloso narcotrafficante romano 33enne Andrea Rollero.

La cattura è avvenuta dopo mesi di latitanza – che il malvivente ha trascorso nella capitale – alla stazione “Battistini” della metropolitana a Primavalle, e, al momento del fermo, ha esibito documenti di identità falsi, rilasciati a nome di un ignaro impiegato di banca romano, del tutto estraneo alla vicenda.

L’uomo, ritenuto dagli inquirenti uno dei principali membri di un sodalizio criminale collegato alle temutissime cosche calabresi “Pelle – Nirta – Giorgi alias Cicero” di San Luca (Rc), si era sottratto al provvedimento di cattura emesso lo scorso gennaio 2015 dal tribunale di Roma, nell’ambito delle operazioni “Buena hora 2″ e “Codice San Luca”, che avevano consentito alle Fiamme Gialle del Nucleo di polizia tributaria ed alla squadra mobile della questura di Roma, di smantellare una cellula ’ndranghetista operante nella capitale.

Le indagini culminavano, lo scorso 20 Gennaio, con l’esecuzione di un provvedimento di cattura nei confronti di 35 soggetti, accusati dalla direzione distrettuale antimafia della procura della repubblica di Roma, a vario titolo, di plurime fattispecie penalmente rilevanti, aggravate dall’aver favorito la ’ndrangheta, cui riuscivano a sottrarsi il Rollero ed il più blasonato zio Marco Torello Rollero, da tempo dimorante in Marocco.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top