Elezioni Europee ed Amministrative 2024Elezioni Europee ed Amministrative 2024

Ardea. Denuncia la scomparsa della compagna che invece era fuggita da lui. 45enne romeno arrestato per violenza sessuale e maltrattamenti

Nola Ferramenta outfitNola Ferramenta outfit

ARDEA – I Carabinieri della Tenenza di Ardea hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, con applicazione del braccialetto elettronico, nei confronti di un 45enne romeno, gravemente indiziato dei reati di violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia.

Farmacia Comunale Colleferro ScaloFarmacia Comunale Colleferro Scalo

Nei giorni scorsi, l’uomo si era presentato in caserma per denunciare la scomparsa della compagna, una 54enne italiana, che da circa una settimana non faceva rientro a casa.
Inizialmente l’uomo non era preoccupato, atteso che la donna era solita allontanarsi per qualche giorno, ma dopo una settimana aveva deciso di denunciare l’accaduto.

A causa di alcune discordanze nel racconto, i Carabinieri non ritenendo del tutto veritiere le dichiarazioni dell’uomo che, inoltre, è stato notato mentre inviava messaggi di scuse a una donna col suo smartphone, hanno approfondito la vicenda ed è emersa la vera dinamica dei fatti, ovvero che, la destinataria dei messaggi era la sorella della compagna, che la stava ospitando a seguito dell’ennesima lite violenta scaturita per futili motivi.

Ecoerre-Poliambulatorio_SpecialisticoEcoerre-Poliambulatorio_Specialistico

I Carabinieri hanno convinto la donna a presentarsi in caserma per denunciare i fatti e dalla sua querela è emersa una lunga serie di condotte persecutorie e aggressioni fisiche e psicologiche, che spesso sfociavano anche in violenze sessuali, mai denunciate prima e mai refertate presso nessun pronto soccorso.

Durante uno degli episodi più gravi, l’uomo l’aveva colpita al volto con una bottiglia di vetro, con una violenza tale da provocargli seri danni alla vista dell’occhio destro.

Al termine della denuncia, la vittima ha rifiutato il collocamento presso una struttura protetta ed ha preferito trasferirsi dalla sorella.

Vista la gravità delle vicende e i gravi indizi di colpevolezza raccolti dai Carabinieri della Tenenza di Ardea, la Procura della Repubblica ha richiesto ed ottenuto la misura cautelare nei confronti dell’indagato che è stato arrestato e accompagnato presso il proprio domicilio.

Comunicato pubblicato ai fini dell’esercizio del diritto di cronaca costituzionalmente garantito e nel rispetto dei diritti della/e persona/e indagata/e, la/le quale/i, in considerazione dell’attuale fase di indagini preliminari, è/sono da presumersi innocente/i fino alla sentenza irrevocabile che ne accerti la colpevolezza.