Anagni. Sono nello stabilimento della Catalent le 29 milioni di dosi di AstraZeneca contese tra Unione Europea e Gran Bretagna

Nola FerramentaNola Ferramenta

ANAGNI – Nei frigoriferi dello stabilimento della Catelent di Anagni ci sarebbero 29 milioni di dosi del vaccino di AstraZeneca – trovate durante un’ispezione dalle autorità italiane, su segnalazione della Commissione Europea – e pronte per essere spedite nel Regno Unito.

La notizia, riportata dal quotidiano torinese “La Stampa” [qui •>], riferisce che le dosi presenti presso l’impianto di riempimento delle fiale dell’azienda sarebbero state scoperte dopo una indagine avviata sulla base di un rapporto della Commissione europea.

Le 29 milioni di dosi di vaccino AstraZeneca stipate nello stabilimento Catalent sarebbero quelle contese tra l’Europa ed il Regno Unito.
Di quelle, oltre 16 milioni sono destinate agli stati europei – più del doppio di quelle ricevute fino ad oggi -, altri 11 milioni sono destinate al Regno Unito per un ulteriore passo avanti nel già avanzato programma vaccinale britannico.

Dopo la stretta dell’Ue sull’export di vaccini prodotti nel suo territorio, messa in campo a partire dal 1 Febbraio mette a serio rischio questo obiettivo.
In particolare – si evince da quanto riportato dal quotidiano torinese – il sospetto dell’UE è che AstraZeneca stia privilegiando le consegne dei suoi vaccini al Regno Unito a scapito dei Paesi dell’Unione.
Per portare avanti questa strategia Bruxelles ipotizza che AstraZeneca abbia rallentato intenzionalmente la consegna dei documenti necessari all’Ema per ultimare il processo di autorizzazione al commercio del vaccino (arrivato settimane dopo il via libera della Gran Bretagna).

Si consideri che AstraZeneca ha consegnato ai 27 Stati Ue, fino ad oggi, appena 17 milioni di dosi contro i 120 milioni di dosi che dovevano essere consegnate, secondo il primo accordo, entro il primo trimestre 2021…

 

Potrebbero interessarti anche...

Top