Anagni. I Carabinieri chiudono per 15 giorni un bar sull’Anticolana gestito da un 28enne romeno: serio pericolo per l’ordine pubblico

Nola FerramentaNola Ferramenta

AD ANAGNI, nella giornata di ieri, 27 Luglio, personale del Nucleo Operativo Radiomobile, dipendente del Comando Compagnia Carabinieri di Anagni, ha dato esecuzione al provvedimento di sospensione (ai sensi dell’art.100 del T.U.L.S) per 15 giorni dell’autorizzazione per l’attività di somministrazione di alimenti e bevande nei confronti di un esercizio pubblico ubicato nella “Città dei Papi”.

Nello specifico, poche settimane fa, i militari operanti erano intervenuti presso il predetto esercizio, adibito a “bar” e sito lungo la via Anticolana, poiché il gestore dell’esercizio pubblico aveva esploso poco prima dei colpi all’indirizzo di un uomo, ex coniuge di una sua dipendente.

Quel giorno vi erano stati attimi di tensione tra i due e solo grazie all’intervento dei militari si evitava che si arrivasse ad un più tragico epilogo.

Nella circostanza, i due contendenti furono entrambi tratti in arresto ed assicurati alla giustizia.
Da quel momento e con l’attuazione di una certosina attività di monitoraggio, il personale del Nucleo Operativo e Radiomobile poneva in essere un attività di verifica finalizzata ad accertare le frequentazioni dell’esercizio pubblico che, correlate ai gravi fatti occorsi il 6 Luglio scorso, portavano gli stessi militari ad essere convinti che il locale in argomento costituisse un serio pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Pertanto, nel pomeriggio di ieri, al titolare dell’esercizio pubblico, un 28 enne di nazionalità rumena e residente in Anagni, veniva notificato il provvedimento di sospensione per giorni 15 dell’attività in argomento, con conseguente chiusura della struttura stessa.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top