Anagni. 3 romeni “campani” arrestati per furto aggravato di 15 q.li rame del valore stimato di oltre 13mila euro

Nola FerramentaNola Ferramenta

cavo-rame

ANAGNI (FR) – La scorsa notte, ad Anagni, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia dei Carabinieri, nell’ambito di specifica attività info-investigativa (attuata anche con idonei servizi di osservazione, controllo e pedinamento), tesa a contrastare il “fenomeno dei furti di rame”, traevano in arresto un 39enne, un 33enne, un 31enne ed un 28enne, tutti di nazionalità rumena e provenienti dall’hinterland campano, poiché resisi responsabili , in concorso tra loro, del “furto aggravato” di un’ingente quantitativo del “prezioso oro rosso”, dall’interno di una fabbrica dismessa.

L’attività investigativa protrattasi per tutta la notte, permetteva ai militari operanti, una volta eseguita l’irruzione all’interno della fabbrica Videocon, di sorprendere 3 degli arrestati, mentre asportavano dei cavi in rame di svariate sezioni.

I 3 malfattori, scoperti, cercavano di assicurarsi la fuga raggiungendo alcuni campi circostanti ma, dopo un breve inseguimento, venivano bloccati unitamente al 4° complice, anch’egli tratto in arresto, che li attendeva a bordo di un furgone, all’interno del quale avevano già caricato altri cavi di rame. Il “rame” recuperato, pari a 15 quintali, avrebbe fruttato alla banda oltre 13.000,00 euro. Nel medesimo contesto venivano sequestrati anche arnesi atti allo scasso.

Ad espletate formalità di rito, gli arrestati sono stati trattenuti presso le Camere di sicurezza del predetto Comando Compagnia, in attesa dell’udienza per il rito direttissimo.