Le proposte dei Sindaci della Valle del Sacco su: sostenibilità ambientale, offerta sanitaria, mobilità, occupazione, cultura e turismo

Nola FerramentaNola Ferramenta

Colleferro-Coordinamento-Sindaci-Valle-del-Sacco-02

COLLEFERRO (RM) – C’era anche il Presidente del Consorzio Asi di Frosinone Francesco de Angelis alla riunione mensile del Coordinamento dei Sindaci della Valle del Sacco che per la prima volta ha avuto luogo a Colleferro presso la Sala Aldo Lipari (ex Konver).

All’incontro, che si è svolto Martedì 17 Novembre, hanno partecipato i Sindaci (o loro rappresentanti) dei Comuni di Anagni, Paliano, Piglio, Serrone, Acuto, Colleferro, Gorga, Gavignano, Segni e Carpineto Romano, coordinati dal Sindaco di Anagni Fausto Bassetta.

L’interessante iniziativa, la cui “capacità contrattuale” va via via palesemente crescendo, coinvolge un’area territoriale che necessita di particolare attenzione, con riguardo alle problematiche ambientali, sanitarie ed occupazionali nonché di un serio intervento per il rilancio del turismo e delle attività culturali.

Colleferro. L’ Assessore all’Ambiente Giulio CalamitaAd aprire l’incontro di martedì scorso è stato l’Assessore all’Ambiente del Comune di Colleferro Giulio Calamita il quale ha illustrato un interessante progetto per una gestione virtuosa dei rifiuti.
Partendo dai dati sanitari ed ambientali – non certo ideali – già disponibili riguardanti l’area di riferimento, nel progetto vengono delineate le linee guida che possono condurre ad una ottimale tutela della salute e dell’ambiente.
Tra i passaggi, si prevede l’azzeramento delle fonti di inquinamento dovute alla gestione dei rifiuti, a partire dalla dismissione degli impianti di incenerimento presenti sul territorio, e soprattutto politiche tese a limitarne al massimo la produzione e favorendo, a valle, il riuso dei prodotti ed il riciclo dei rifiuti.
Il tutto condotto coralmente con gli altri Comuni aderenti al Coordinamento nel tentativo di attuare una seria alternativa territoriale capace di attivare un processo sostenibile che possa rimettere in moto una ripresa sociale e culturale della Valle del Sacco, attraverso la valorizzazione del proprio patrimonio storico-artistico, l’archeologia, l’agricoltura e il turismo…

Il Presidente del Consorzio Asi di Frosinone Francesco de AngelisCome annunciato in apertura, all’incontro era presente anche il Presidente del Consorzio Asi di Frosinone, Francesco De Angelis, subito “interrogato” dal Sindaco di Anagni sulla situazione del realizzando depuratore destinato a servire l’area industriale di Anagni e l’area nord della Ciociaria.
De Angelis, anche alla luce di recenti contatti con l’Assessore Regionale alle Infrastrutture, Politiche abitative e Ambiente Fabio Refrigeri, ha assicurato che l’iter sta andando avanti molto positivamente e che si è prossimi all’avviamento dell’impianto mancando solo un ultimo atto formale da parte dell’Ente regionale.
Ma il presidente dell’Asi ha anche parlato dell’Apea (area produttiva ecologicamente attrezzata) e cioè delle possibilità di accedere a finanziamenti per intervenire in modo tale da rendere l’intera area del Consorzio Asi un parco industriale ad elevato standard ecologico, munito di servizi innovativi per gli associati.
Altro riferimento di rilievo è stato quello relativo all’acquisizione del sito della exVideocon da parte del Consorzio, procedura consentita dalla legge a condizione di reindustrializzare il sito creando così nuove opportunità occupazionali.

Il Sindaco di Anagni Fausto BassettaIl Sindaco di Anagni Fausto Bassetta ha poi illustrato i punti salienti della lettera che il Coordinamento invierà al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti al quale i Sindaci scrivono di avere individuato obiettivi programmatici e impegni concreti che riguardano tutti i temi principali per il governo e l’amministrazione del territorio. I settori di intervento vanno dal miglioramento dell’offerta sanitaria, alla salvaguardia dell’ambiente, al miglioramento della mobilità con l’obiettivo di ridurre drasticamente il traffico veicolare, allo sviluppo di un’economia locale sostenibile che si basi principalmente sul turismo e sulla cultura, alla realizzazione di una formazione completa che accompagni i giovani sino al grado più alto dell’istruzione. Tutto questo dovrebbe essere messo in atto attraverso un Protocollo d’intesa tra Regione Lazio e Comuni. Nella lettera si invita il Presidente Zingaretti ad intervenire ad un prossimo incontro del Coordinamento.

Il Sindaco di Colleferro Pierluigi SannaNel suo intervento il Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna ha colto l’occasione per tornare sull’argomento “ospedale di Colleferro” comunicando che il ricorso al Presidente della Repubblica sulla questione relativa allo spostamento dei reparti sta andando bene, in considerazione del fatto che lo stesso è stato trasposto al Tar del Lazio e che il Ministero della Salute ha chiesto con sollecitudine alla Regione una urgente rivalutazione della distribuzione dei reparti. Altro tema trattato è stato quello relativo alla valorizzazione anche turistica del territorio. Al riguardo Sanna ha ricordato i 6 chilometri di “Rifugi” e l’idea di concentrare, proprio nell’area nella quale si è tenuto l’incontro, i presidi museali presenti sul territorio comunale, da quello archeologico, a quello paleontologico, a quello delle Telecomunicazioni.

Roberto-PassettiTra gli altri interventi, particolarmente interessante ci è sembrato quello dell’ing. Roberto Passetti riguardante il “Contratto di Fiume”. Tale “istituto” è uno strumento volontario di programmazione strategica e negoziata che persegue la tutela, la corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali unitamente alla salvaguardia dal rischio idraulico, contribuendo allo sviluppo locale.
È un argomento “particolarmente sensibile” e che consentirebbe agli Enti che vi aderiscono, di definire un Programma d’Azione “attagliato” alla situazione della Valle del Sacco con significative ricadute in termini di sviluppo del territorio.

Tra le associazioni ambientaliste rappresentate in sala c’era anche il Comitato Acqua Pubblica Lazio, che sostiene la campagna “H2Ora”, e che ha invitato gli amministratori presenti ad esprimere il proprio consenso per l’applicazione della Legge Regionale 5/2014 che riporterebbe alla valutazione dei rispettivi consigli comunali tutte le decisioni relative alle gestione della distribuzione dell’acqua.

Un incontro che ci è sembrato particolarmente utile e “produttivo” al di là delle polemiche scatenate nelle scorse settimane proprio con riguardo alla validità dello stesso istituto del Coordinamento dei Sindaci, ed al di là delle polemiche successive all’incontro, oggi recensito, che hanno riguardato le assenze dei rappresentanti di alcuni Comuni…

Tre le iniziative intraprese dai Sindaci della Valle del Sacco c’è anche la sottoscrizione di una lettera per i lavoratori della ex VDC Tecnologies di Anagni, al fine di sollecitare il Ministro Poletti e gli Onorevoli Parlamentari all’approvazione dell’emendamento alla legge di stabilità 2016, che consente di raggiungere i vigenti requisiti entro 36 mesi dalla fine del periodo di mobilità, comprendendo la copertura del periodo con contributi volontari per consentire ai lavoratori , da anni in situazione precaria, di andare in pensione.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top