Colleferro. Successo annunciato per “Le Icone parlanti – Presepe vivente medioevale” nei Rifugi [FotoeVideo]

Nola FerramentaNola Ferramenta

 

COLLEFERRO (RM) – Successo annunciato per l’evento “Le Icone parlanti – Presepe vivente medioevale” nei Rifugi di Via Roma a Colleferro giunto alla sua 16^ edizione nei giorni di Sabato 16 e Domenica 17 Dicembre, realizzato con la collaborazione tra Rifugi Antiaerei di Colleferro e Officina Teatro, con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale.

Un’edizione quanto mai ricca ed innovativa con ben 22 attori partecipanti che hanno proposto nuovi personaggi e l’allestimento di nuovi ambienti.

Una rievocazione storica con cantastorie, comici, saltimbanchi, poeti e musicisti che hanno accolto il numeroso pubblico che discesa la lunga scalinata si è addentrato nei lunghi cunicoli dei rifugi per un’esperienza unica nell’atmosfera misteriosa e mistica del medioevo.

Ecco allora incontrare la cartomante che predice il futuro, lo scrivano, il coniatore di monete, i mendicanti alla ricerca di un’obolo per un piatto di minestra, i saltimbanchi con le loro piroette, e poi inoltrandosi sempre più tra le gallerie illuminate dalle luci multicolori e da musiche antiche ecco l’incontro con i comici e le loro filastrocche e scioglilingua per poi incontrare i re magi in cammino seguendo la stella, discutendo teorie matematiche.

Un momento di riflessione e di silenzio di fronte alla Natività, e poi ancora avanti per incontrare lo speziale e le sue ricette magiche che curano ogni malattia, compreso il mal d’amore….. e poi i musicisti con le loro ballate che invitano al divertimento e alla danza…. “chi vuol esser lieto sia del diman non c’è certezza!”.
Camminando, camminando senza fretta, eccoci giungere all’ultima tappa di questo fantastico viaggio nella città sotterranea che è il pozzo dei desideri, dove ogni visitatore può scrivere su un foglietto e depositare il suo sogno segreto sperando che si avveri. Non resta che salire gli scalini, volgendo un ultimo sguardo a questo mondo oggi magico, ma che è stato testimone di tanti timori e paure nel corso dell’ultimo periodo della seconda guerra mondiale, unico rifugio per la popolazione dalle incursione aeree.

Un lento andare per ascoltare testi affascinanti, frutto del lavoro di drammaturgia e regia di Claudio Dezi, nell’allestimento scenico di grande effetto realizzato da Officina Teatro e Staff dei Rifugi che si è avvalso della collaborazione artistica di Renzo Rossi, Romina Carnevale e Daniele Villa.

Hanno partecipato gli attori: Andrea Abbafati, Luca Albani, Renato Albani,Danilo Arquilla, Enrico Bellardini, Laura Cacciotti, Filipo Cardillo, Gaetana Carta, Chiara Datti, Francesca Datti, Giacinta Ferdinandi, Anna Maria Massari, Cinzia Incitti, Gianfranco Piras, Sabrina Rotonnelli, Caterina Sammartino, Cristiana Sarno, Roberta Scaccia, Mirko Sinibaldi, Claudia Tabacchiera, Paolo Viglianti, Markus Villani.

I rifugi di Colleferro sono tunnel ricavati dalle cave per estrarre la pozzolana e corrono per 6 km sotto la città di Colleferro, costituendo oggi uno dei siti di maggior interesse dal punto di vista storico e turistico di Colleferro, insieme al Museo Marconiano e al Museo Archeologico.

Visitati nel corso di questo ultimo anno dal Ministro della Difesa Roberta Pinotti e dal Ministro dei Beni Culurali Dario Franceschini, i Rifugi, inaugurati nel tratto di Via Roma dal 1985, inizialmente con aperture periodiche, e nel tratto con ingresso da Via S. Bibiana nell’Aprile 2016, oggi sono aperti al pubblico con cadenza bimensile con visite guidate a cura dei volontari dei rifugi ed offrono l’occasione di spettacoli teatrali, mostre ed incontri tematici.

Eledina Lorenzon

Potrebbero interessarti anche...

Top