Elezioni Europee ed Amministrative 2024Elezioni Europee ed Amministrative 2024

Ardea | Tor San Lorenzo. 40enne marocchino in cantina in un trolley aveva 11 kg di hashish e 170 grammi di cocaina. Arrestato dai Carabinieri

Nola Ferramenta outfitNola Ferramenta outfit

ARDEA | TOR SAN LORENZO – I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Anzio hanno arrestato un 40enne del Marocco gravemente indiziato del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali.

Farmacia Comunale Colleferro ScaloFarmacia Comunale Colleferro Scalo

A seguito di numerosi servizi perlustrativi nel territorio del Comune di Ardea – frazione Tor San Lorenzo, i Carabinieri hanno notato che l’indagato, già noto per i suoi precedenti, da qualche mese, aveva aperto un negozio di abbigliamento e aveva un tenore di vita particolarmente alto.

Individuata l’abitazione dell’uomo, i Carabinieri hanno deciso di eseguire una verifica.
Nel corso della perquisizione domiciliare, i militari hanno trovato la chiave di una cantina di pertinenza e, una volta avuto accesso all’interno, hanno rinvenuto un trolley pieno di sostanze stupefacenti.
Nel dettaglio, vi erano oltre 11 kg di hashish, divisi in panetti, e circa 170 grammi di cocaina.

Ecoerre-Poliambulatorio_SpecialisticoEcoerre-Poliambulatorio_Specialistico

Durante le operazioni, il 40enne ha opposto resistenza e tentato di darsi alla fuga ma è stato prontamente bloccato ed arrestato.
Nella circostanza, due Carabinieri hanno riportato lesioni guaribili in dieci giorni.

Sequestrati anche 2.760 euro in contanti, un bilancino di precisione e vario materiale per il confezionamento in dosi.

L’arrestato è stato condotto presso la casa circondariale di Velletri, a disposizione della locale Autorità Giudiziaria.

Comunicato pubblicato ai fini dell’esercizio del diritto di cronaca costituzionalmente garantito e nel rispetto dei diritti della/e persona/e indagata/e, la/le quale/i, in considerazione dell’attuale fase di indagini preliminari, è/sono da presumersi innocente/i fino alla sentenza irrevocabile che ne accerti la colpevolezza.