Roma. “Progetto Icaro 2013”, la Polizia di Stato consegna i premi ai vincitori

Nola FerramentaNola Ferramenta
Un momento della consegna dei premi ai vincitori del “Progetto Icaro”
Un momento della consegna dei premi ai vincitori del “Progetto Icaro”

ROMA – Sensibilizzare gli studenti sui temi della cultura della sicurezza stradale è l’obiettivo che si propone il “Progetto Icaro”, che quest’anno è giunto alla XIII edizione.

Ieri a Roma, presso la Scuola superiore di polizia, diretta da Roberto Sgalla, sono stati consegnati i premi ai vincitori del concorso, che, come di consueto, era abbinato al Progetto.
Il tema sul quale i ragazzi delle scuole medie e superiori sono stati chiamati ad esprimersi era “Certamente non volare… ma viaggiare – Gusta il viaggio in attesa dell’arrivo”, chiaramente ispirato alla famosa canzone di Lucio Battisti “Si, viaggiare”.
In questo modo gli studenti hanno avuto la possibilità di riflettere sull’importanza del viaggio, come momento da vivere con serenità e non come un mero intermezzo che si frappone alla meta, da far durare il meno possibile.
Il fine è quello di valorizzare tutti quei comportamenti che rendono più sicure le strade, e per farlo i ragazzi hanno utilizzato spot, video, musica e tweet creati da loro.
Queste le classi premiate: la quinta Q dell’istituto “Luigi Einaudi” di Ferrara, la seconda B del liceo scientifico paritario “S. Lorenzo” di Novara, la quarta C dell’istituto statale “Marco Belli” di Portogruaro (Venezia), alcune classi dell’istituto statale d’istruzione superiore “Bonaldo Stringher” di Udine e dell’istituto d’istruzione superiore “Avogadro” di Torino.
Ricordiamo che il “Progetto Icaro” è promosso dalla Polizia di Stato, in collaborazione con il Dipartimento di psicologia – Sapienza università di Roma, il ministero delle infrastrutture e dei trasporti, il ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, il Movimento italiano genitori (Moige), la fondazione ANIA per la sicurezza stradale, ed è realizzato con il contributo di Avio aereo.
Durante la cerimonia i presenti hanno assistito a una rappresentazione teatrale realizzata con il contributo della regista Emanuela Dessy e incentrata sul tema della sicurezza stradale. Protagonisti della “pièce” un gruppo di studenti di alcune scuole romane: liceo “Terenzio Mamiani”, istituto di Stato per la cinematografia e la tv “Roberto Rossellini”, istituto statale di scienze umane “Gelasio Caetani”. Gli studenti erano affiancati dall’attore Mario Rinaldoni e dagli attori del laboratorio teatrale “NuovaMimesis-TeatriInMovimento” di Roma.
Grande interesse ha suscitato la proiezione dell’anteprima assoluta del cortometraggio di animazione “Il sogno di Brent”, che andrà in onda a dicembre su Rai 2, presentato dall’ex campione della pallavolo Andrea Lucchetta. Il breve film narra le vicende di un giovane motociclista che, rimasto paraplegico a seguito di un incidente stradale, grazie alla tenacia e alla vicinanza degli amici, diviene un atleta paraolimpico.