XIII edizione della Giornata del Contemporaneo. Anche Colleferro aderisce alla manifestazione grazie all’artista Germana Brizio

COLLEFERRO (RM) – L’Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani (Amaci) hanno scelto Sabato 14 Ottobre per la XIII edizione della Giornata del Contemporaneo, la grande manifestazione organizzata ogni anno per portare l’arte del nostro tempo al grande pubblico.

Un evento che anno dopo anno ha dimostrato di svolgere un importante ruolo per la promozione della cultura contemporanea.
Infatti i musei associati all’Amaci, accanto a tutte le istituzioni del nostro Paese che liberamente decidono di aderire all’iniziativa, aprono gratuitamente le loro porte per un’iniziativa ricca di eventi, mostre, conferenze, laboratori e studi d’arte.

Tema principale di questa tredicesima edizione è “Pane Quotidiano” e l’immagine guida, una scritta semplice, realizzata con timbri tipografici su sfondo bianco, è stata realizzata da Liliana Moro: “Due sole parole che compongono un messaggio essenziale: un rimando alla tradizione biblica e alla preghiera cristiana, ma che laicamente fa riferimento all’idea di cibo, per il corpo ma soprattutto per lo spirito, con cui alimentare la nostra esistenza.
Facendo leva sul parallelo tra pane e cultura, l’immagine ci parla del nutrimento per eccellenza che diventa elemento di vita, sopravvivenza e crescita per l’individuo e per l’intera società”.

Per il secondo anno consecutivo, anche Colleferro, grazie all’artista Germana Brizio, aderisce alla manifestazione con l’apertura dello suo studio in Via Donatello, 3 nelle giornate di Sabato 14 e Domenica 15 dalle ore 10.30 alle ore 19.

Un’occasione per conoscere da vicino quest’artista pugliese di nascita, ma colleferrina d’adozione, entrare nel suo studio ed osservare le opere nell’ambiente magico in cui sono state realizzate.

Disegni, dipinti, sculture, incisioni: variegate sono le tecniche con le quali Germana si cimenta, una ricerca interpretativa originale che riesce a creare un dialogo tra modernità e tradizione, proiettando nelle sue opere un insaziabile desiderio di aria,luce e libertà, in un’atmosfera di sogno e serenità.

Tante le mostre personali che hanno costellato la sua carriera, ne ricordiamo alcune: De la Natura-Palazzo Valentini Roma- 2010, Sincronie emozionali-Fiuggi 2011, Flatus-Forte San Gallo Nettuno-2013, Metamorphosis-Gioiosa Ionica, 2017.

Un invito quindi a partecipare numerosi per cogliere un’occasione davvero unica di immergersi nel mondo dell’arte del nostro tempo, approfondendone la vivacità e la ricchezza.

Eledina Lorenzon

Potrebbero interessarti anche...

Top