Valmontone. Due importanti eventi nell’ambito del Progetto “Diritti e Valori” promosso dall’Istituto di Istruzione Superiore di Via Gramsci [Foto]

VALMONTONE (RM) – Due importanti eventi si sono svolti nell’ambito del Progetto “Diritti e Valori”, promosso dall’Istituto di Istruzione Superiore di Via Gramsci di Valmontone – Dirigente Scolastica a Prof.ssa Patrizia Fiaschetti, che nel corso dell’anno scolastico ha coinvolto gli studenti delle tre sedi (Colleferro, Segni e Valmontone) “in un’attività didattica di riflessione sui diritti umani, per una maggiore consapevolezza dei problemi interculturali e di convivenza civile e dell’importanza della cooperazione internazionale per risolvere i problemi globali” .

Il primo si è svolto Mercoledì 10 Maggio presso l’istituto P. Nervi di Segni che ha visto graditissima ospite la scrittrice Maria Rosa Cutrufelli per parlare del suo ultimo libro “Il Giudice delle donne”, romanzo avvincente, commovente ed appassionato che riporta alla luce un episodio storico quasi dimenticato che narra le vicende di dieci maestre che tenacemente chiesero l’iscrizione alle liste elettorali, nonostante il voto fosse allora riservato solo agli uomini. Siamo nel 1906 e sarà solo grazie all’intervento del Giudice Ludovico Martara se esse ottennero una vittoria, seppur, a quel momento, simbolica.

L’incontro con gli studenti dell’istituto segnino, ha avuto il merito di trasformarsi in un dialogo, uno scambio di esperienze ed opinioni con Maria Rosa Cutrufelli che, presentata dalla Prof.ssa Maria Vittoria Vittori, è tra le protagoniste dei movimenti femministi italiani degli anni Settanta e tanti sono i saggi scritti sulla condizione delle donne sia in ambito familiare che lavorativo. Viaggiatrice appassionata, dagli incontri con donne di tutto il mondo sono nate molte trame dei suoi racconti, i suoi libri d’esperienza. Un incontro per fare il punto sul lungo cammino intrapreso dalle donne per conquistare i loro diritti di parità nella società ed in campo culturale, un percorso che, non finito, ha ancora molte tappe da conquistare.

“Opificio

Alla domanda di una studentessa sul ruolo della letteratura oggi, ha risposto: «La letteratura, una delle funzioni della letteratura, è quella di farci vedere ciò che normalmente non vedi, ossia che esistono storie degne di venire alla luce perché riscattano l’opacità di vite che invece hanno proprio un valore esemplare. La letteratura dovrebbe anche avere proprio questa funzione di riscatto…».

Il secondo incontro-seminario si è tenuto l’11 Maggio, presso l’Aula Magna dell’Ipia – Istituto Professionale Statale Paolo Parodi Delfino, ha toccato due argomenti di grande attualità “Il diritto all’istruzione”, tenuto dal Dr. Giulio Bernini-Costituzionalista ed da Alberto Valleriani di Retuvasa-Rete Tutela Valle del Sacco.

Dopo la proiezione del film “Iqbal” di Cinzia TH Torrini che ha riportato alla ribalta lo sfruttamento del lavoro minorile nei paesi in via di sviluppo, la Prof.ssa Alberta Tummolo ha introdotto l’intervento del Dr. Giulio Bernini (costituzionalista) che ha avuto l’obiettivo di fornire un percorso storico sulle Carte dei Diritti che nel corso degli anni hanno conferito forma giuridica ai diritti umani, con lo scopo di tutelarli e promuoverne il rispetto.
Il dott. Bernini ha evidenziato l’esigenza di trasmettere alle nuove generazioni il principio che non si può parlare di leggi, se non si capisce che il nucleo fondante del diritto, quello che si definisce come “diritto naturale”, è insito nella natura umana ed è basilare per una convivenza pacifica e produttiva.
Il dott. Bernini ha poi invitato gli studenti presenti a riflettere sulla necessità dell’istruzione per comprendere appieno come la realizzazione dei diritti enunciati in tutte le Carte, la prima delle quali è quella contenuta nella Dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti d’America del 1776, necessiti di un impegno costante nella vita quotidiana per riconoscerli e difenderli.

Ad Alberto Valleriani di Retuvasa (Rete Tutela Valle del Sacco), il compito di affrontare il tema dei diritti di tutela dell’ambiente e conseguentemente quello del diritto alla salute, tema quanto mai attuale nel nostro territorio. Alberto Valleriani ha esposto, con efficaci slide, la storia dell’insediamento industriale sulla valle del Sacco e le problematiche scaturite dall’industrializzazione selvaggia prima e poi dall’abbandono derivato della crisi economica che ha investito il mondo intero.

Molti sono oggi i problemi da risolvere a livello ambientale-territoriale: la discarica di Colle Fagiolara, gli inceneritori, l’inquinamento del fiume Sacco, che necessitano di risposte e di soluzioni urgenti, in grado di ridare vita e prospettive di futuro ad un territorio così fortemente martoriato, ma bisogna anche risolvere un problema di tutela della salute delle popolazioni che questi luoghi li abitano e li amano.
Per fare tutto questo bisogna prendere coscienza dei propri diritti anche attraverso l’impegno di ogni cittadino ad informarsi e formarsi, e rivolgendosi ai ragazzi li ha incoraggiati a diventare protagonisti del loro futuro anche attraverso la difesa ambientale del territorio.

Eledina Lorenzon

“Ri…Belli

Potrebbero interessarti anche...

Top