Roma. «Me state a sequestra’» urla mentre sfonda a testate la parete del Commissariato di Torpignattara. Arrestato [VIDEO]

 

ROMA (Ansa) – Condotto in commissariato dopo una perquisizione domiciliare per droga, questa notte intorno alle 4:30 del mattino, un uomo ha dato in escandescenze sfondando a testate la parete della sala d’attesa.

Nel video, ripreso con un cellulare, si vedono quegli istanti.
Invocando l’intervento di un avvocato, il 32enne romano ha ripetuto di esser stato sequestrato dagli agenti.
«Me state a sequestra’» ripete infatti mentre continua a colpire la parete.
L’uomo è stato placato solo grazie allo spray urticante spruzzato da un agente contro il quale già si preparava a scagliarsi.

Secondo quanto si è appreso, l’uomo era tenuto sotto controllo e, durante una perquisizione a casa, avrebbe aggredito i poliziotti e minacciato di buttarsi giù.

Fermato per resistenza a pubblico ufficiale è stato poi portato al commissariato di Torpignattara.
Dopo aver distrutto la parete della sala d’attesa ed essere stato fermato con lo spray, al momento di essere accompagnato in ospedale, ha aggredito tre agenti poi refertati con prognosi dai 3 ai 5 giorni.

Il giovane, finalmente bloccato, è stato arrestato per droga e resistenza a pubblico ufficiale.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top