Roma. 42enne dipendente Acea e 59enne gestore di un distributore di carburanti di Olevano Romano arrestati dai Carabinieri per “falsi rifornimenti”…

ROMA | OLEVANO ROMANO – Grazie alla collaborazione tra l’Arma dei Carabinieri e la Protezione Aziendale della società multiservizi Acea, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Eur hanno smascherato un giro di truffe messo in scena da un 42enne dipendente Acea e un 59enne, titolare di un distributore di carburante, arrestati, nel pomeriggio di ieri, 19 Febbraio, al termine di una minuziosa indagine.

Dopo la denuncia presentata dall’Acea, circa un consumo anomalo di carburante, riscontrato per alcuni veicoli di servizio, non compatibile con il percorso in chilometri effettuato e quantificato dal mese di gennaio 2019, i Carabinieri hanno iniziato servizi di pedinamento e di osservazione che hanno portato alla luce il modus operandi dei due truffatori ai danni dell’Acea.

Il 42enne, con incarico di “team leader” nella multiservizi, avendo la disponibilità delle tessere carburante aziendali, con la complicità del titolare del distributore, con sede ad Olevano Romano, eseguiva transazioni di pagamento di rifornimenti che non venivano, in realtà, eseguiti dividendo tra loro gli importi sottratti alla società.

Ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo Roma Eur li hanno incastrati con le mani nel sacco quando avevano appena completato ben 5 pagamenti per un importo complessivo di circa 300 euro, ovviamente senza rifornire il veicolo.

Gli arrestati sono stati ammanettati e sottoposti, presso le rispettive abitazioni, agli arresti domiciliari. Dovranno rispondere del reato di truffa aggravata.

In tutto, il danno subito dalla società Acea, al momento, risulta essere di 18.703 euro.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top