La Regione ha finanziato il Comune di Colleferro per 200mila euro da dedicare a progetti per la qualità dell’aria

COLLEFERRORiceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del Comune di Colleferro a fira del Sindaco Pierluigi Sanna e dell’Ass. all’Ambiente Giulio Calamita che ha anticipato il comunicato stampa con un post su facebook visibile qui •>.

«Il problema della qualità dell’aria è uno dei più sentiti dalla città e dai comuni della Valle del Sacco.
Intervenire è difficile perché ci sono molteplici cause che aggravano la situazione. Tra queste sicuramente il problema dell’orografia del territorio, in pratica la conformazione della nostra valle che impedisce agli inquinanti di essere portati via dalle correnti, l’inquinamento dovuto a fabbriche, mezzi di trasporto e riscaldamento degli edifici.

Agire in tal senso significa condurre una serie di azioni per responsabilizzare le industrie, quindi portarle ad usare tecniche meno impattanti o riconvertendole laddove è possibile. Gli inceneritori sono un evidente caso dove la riconversione è una via da percorrere.

Gli interventi sui trasporti si concentrano su una serie di iniziative, prevalentemente di sensibilizzazione e riduzione dei mezzi ad uso privato, e progettando come i mezzi di trasporto delle persone e delle merci si muovono in città.

Il settore più delicato sul quale agire è quello del riscaldamento delle utenze domestiche e non. Non è semplice ammodernare tutte le caldaie di una città, servono risorse economiche ed il coinvolgimento di numerosi soggetti. La parola d’ordine in questo caso è la sensibilizzazione.

La Regione Lazio ha emanato un bando per attuare una serie di interventi volti a migliorare la situazione. Ovviamente come Comune abbiamo risposto realizzando un progetto che si sviluppa su sette linea d’azione (click sull’immagine seguente per ingrandire).

La piantumazione di specie vegetali con proprietà di assorbimento delle particelle inquinanti in zone caratterizzate da traffico veicolare.
Come molti sanno le piante assorbono gli inquinanti, per questo è bene averne in casa. All’idea di piantare alberi in città, che risultano difficili da manutenere e possono avere lunghi tempi di crescita, abbiamo preferito applicare il concetto dei “green wall”, muri verdi.
Sui marciapiedi delle strade più trafficate verranno installate delle speciali fioriere rivestite in materiale fotocatalitico in grado di degradare gli inquinanti e sulle quali verranno piantate delle siepi con alto potenziale di assorbimento degli inquinanti.
Queste funzioneranno da barriera tra il traffico ed i pedoni. L’idea è considerata innovativa e non escludiamo possa nascerne una collaborazione tra le nostre reti di impresa per farne un prodotto da vendere in contesti dove ci sono analoghi problemi ai nostri.
Il concetto è quello che ogni elemento dell’arredo urbano deve fare da mitigatore dei problemi ambientali.
A questo progetto sono stati dedicati 120mila euro per installare 100 fioriere e 15 panchine che oltre a contrastare l’inquinamento miglioreranno sensibilmente il decoro urbano della città.

La sostituzione di veicoli pubblici a trazione tradizionale con veicoli a trazione elettrica vedrà l’acquisto di un’auto e un furgoncino da utilizzare nell’ambito delle attività svolte dal personale del Comune di Colleferro. Un primo importante passo per dare l’esempio e ridurre l’impronta ambientale delle attività dell’amministrazione comunale al quale sono stati dedicati 50mila euro.

Per agevolare la presenza di mezzi elettrici in città verranno installate 6 postazioni di ricarica elettrica da 22 kiloWatt. I mezzi elettrici hanno bisogno di reti di ricarica per diventare il mezzo del futuro e Colleferro deve essere all’altezza di questo importante sviluppo della mobilità individuale.

La realizzazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, per un totale di 44mila euro, serve a definire come in futuro merci e persone dovranno muoversi nella nostra città riducendo il loro impatto ambientale.

Per mettere in condizione i cittadini di essere parte attiva sono stati programmati degli incentivi comunali da erogare ai cittadini per l’acquisto di veicoli ecologici. In particolare verranno erogati 30 contributi da 500 euro per l’acquisto di mezzi a metano, 30 incentivi da 1000 euro l’uno per l’acquisto di mezzi ibridi o elettrici e 100 incentivi da 250 euro l’uno per l’acquisto di biciclette elettriche, per un totale di 70mila euro.

Dal momento che il coinvolgimento dei bambini è fondamentale è stata prevista la messa in sicurezza di percorsi pedonali dedicati alle scuole e la realizzazione di “piedibus”, in modo che andare a scuola possa diventare un’azione ecologica e divertente. Saranno previsti carretti porta zaini, kit adulti e bambini, campagne di sensibilizzazione e paline per segnalazione fermate, per un totale di 12mila euro.

Il coinvolgimento dei cittadini passerà per una serie di iniziative e bandi di idee con produzione di materiale informativo finanziati per un totale di 7mila euro.

Il totale delle risorse dedicate a questo progetto è pari a 333mila euro, di cui 200mila dai fondi regionali e 133mila comunali.
Ideare queste progettualità e preparare la risposta al bando è un lavoro che è stato svolto interamente nell’assessorato all’ambiente del Comune di Colleferro.

Il nostro comune ha a disposizione sempre meno risorse e molto spesso partecipare a queste iniziative ha bisogno di un intervento in prima persona dei membri della giunta ed i relativi uffici.
Questo è uno di quei casi, uno di quelli riusciti bene dal momento che Colleferro si è classificato primo tra 19 comuni.

Un importante risultato che speriamo dia i suoi frutti già nel giro di un anno e che inizierà a cambiare l’impronta ambientale della nostra città».

F.to Il Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna – l’Ass. all’Ambiente Giulio Calamita

 

Fime-shop Fime-shop Fime-shop Fime-shop

Potrebbero interessarti anche...

Top