Colleferro. Uno splendido sole sul pieno successo dei festeggiamenti in onore di Santa Barbara, Patrona della città

COLLEFERRO (Eledina Lorenzon) – È scesa la notte e le vie, le piazze di Colleferro tornano al loro silenzio dopo la giornata fantastica del 4 Dicembre che l’ha vista invasa, complice anche la temperatura mite ed insolita per la stagione, da tantissimi cittadini e visitatori per i festeggiamenti di Santa Barbara, Patrona della città.

Un rapporto particolarmente sentito quello con la Santa, invocata sin dal XV sec. per scongiurare i pericoli del fulmine e della “morte improvvisa e priva dei conforti sacramentali”, per i lavoratori della fabbrica di armi fatta costruire dall’Ing. Leopoldo Parodi Delfino nel primo decennio del ’900, attorno alla quale nacque il primo nucleo della moderna Colleferro, istituita comune nel 1935.

La giornata è iniziata al mattino con l’omaggio del Sindaco Pierluigi Sanna e delle Autorità Istituzionali politiche e religiose, al Sacrario in ricordo delle vittime dello scoppio del 1938 nel reparto esplosivi della Bpd, cui ha fatto seguito la visita all’interno dell’allora stabilimento, soffermandosi nel luogo della tragedia. Un ricordo ed un fiore per Roberto Pignalberi, ultima giovane vittima deceduta a seguito di un’esplosione verificatasi nell’ottobre 2007.

Alle ore 11, nella Chiesa di Santa Barbara colma di fedeli, Solenne Concelebrazione presieduta dal Vescovo S. E. Rev.ma Mons. Vincenzo Apicella e partecipata dal Parroco Mons. Luciano Lepore e dai sacerdoti del Clero Diocesano. Erano presenti, con il Sindaco Pierluigi Sanna, il Commissario Capo Angelo G. Vitale, Dirigente del Commissariato della Polizia di Stato, il Cap. Ettore Pagnano, Comandante della locale Compagnia dei Carabinieri, il Cap. Ivan Cesare, Comandante la locale Compagnia della Guardia di Finanza e la D.ssa Antonella Pacella, Comandante della Polizia Locale.
Al termine il Sindaco ha evidenziato come questa festività sia nel cuore di ogni colleferrino che riscopre i propri valori ed il senso di comunità, rivivendo momenti di emozione e di riflessione che rinsaldano le proprie radici ed il senso civico di appartenenza.
Visita poi alla Caserma dei Vigili del Fuoco in onore della Santa che è anche loro Protettrice, per un brindisi augurale.

Lungo Via Artigianato, in Piazza Italia ed in Largo Boccaccio la suggestiva fiera con tantissime bancarelle che offrivano i più disparati prodotti, presenti anche numerosi gazebo delle associazioni e scuole del territorio, presi d’assalto gli stands di street food per abbandonarsi ad un gustoso peccato di gola passeggiando per la città.

Nel pomeriggio molto visitata la Mostra permanente di Modellismo, a cura dell’Associazione Modellismo Colleferro – Club 2000 – presso il Museo delle Telecomunicazioni in Via degli Esplosivi, un vero mondo fantastico per gli appassionati: plastici e diorami ferroviari, esemplari di aeromodellismo; modelli navali statici e dinamici; auto d’epoca e moderne; esposizioni riguardanti esplorazioni spaziali della Nasa; oggettistica d’epoca; città, castelli e galeoni della Lego e tanto ancora per regalare emozioni a grandi e piccoli.

Boom di visitatori per i Rifugi antiaerei di Colleferro che hanno impegnato non poco le bravissime guide volontarie capitanate da Renzo Rossi con Laura, Franco, Paola e all’accoglienza Antonietta, per un percorso all’interno dei cunicoli, frutto di scavi per l’estrazione della pozzolana, materiale da costruzione che servì per edificare le prime case della città.
Grazie alle Guide del Gruppo speleologico del Cai – Ipogei dei Monti Lepini Sezione di Colleferro – è stato possibile anche visitare i cunicoli non illuminati e solitamente non aperti al pubblico ed avendo fatto il percorso vi assicuro che è stato davvero entusiasmante!
All’uscita, dopo tanta fatica, un dolcetto ed un bicchierino di marsala o vermuth com’era tradizione nei tempi passati!

A chiudere la serata il concerto della della Fanfara dell’Associazione Nazionale Bersaglieri di Colleferro “Enrico Toti” diretta dal C.F. Mauro Conti, e coordinata dal Col. Anacleto Romani che ha attraversato le vie cittadine partendo dalla Chiesa di San Bruno con arrivo … di corsa e piume al vento in Piazza Italia, dove hanno presentato brani della tradizione.
Un momento particolare è stato dedicato al Sindaco intonando “Tanti auguri a te” per il suo compleanno.

 

 

Fime-shop Fime-shop Fime-shop Fime-shop

Potrebbero interessarti anche...

Top