Colleferro. Un banchetto degli alunni della “Leonardo da Vinci” per raccogliere fondi in favore dell’Unicef [FotoeVideo]


Stagione Teatrale 2017-2018 - Teatro “Vittorio Veneto” - Comune di Colleferro

COLLEFERRO (RM) – Ultimo giorno di scuola all’insegna della solidarietà per gli alunni di alcune classi della Scuola Secondaria di Primo Grado Leonardo da Vinci di Colleferro, dell’Istituto Comprensivo Colleferro 1.

Infatti, accompagnati dai loro docenti Prof.ri Gisa Messina e Narducci Domenico, grazie alla disponibilità dell’Amministrazione Comunale, hanno posizionato un banchetto in Largo San Francesco, offrendo gagets, quaderni e penne in cambio di un’offerta a favore dei programmi dell’Unicef nei Paesi in via di sviluppo ed i cittadini, dopo un primo momento di sorpresa, hanno dato una tangibile risposta alle aspettative dei giovani volontari che hanno esaurito quasi tutto il materiale a disposizione.

 

“Opificio

Tale evento si sviluppa nell’ambito del progetto “Verso una Scuola Amica dei bambini e dei ragazzi”, voluto dal Miur e dall’Unicef Italia per promuovere la piena conoscenza e l’attuazione della Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.
Il Progetto mira ad attivare processi che rendano le scuole luoghi fisici e relazionali nei quali i diritti dei ragazzi siano concretamente vissuti e si realizzi un ambiente a loro misura, rendendo i bambini e i ragazzi i protagonisti della loro vita scolastica e del loro apprendimento.

Nella piazza è stato anche posizionato l’Albero dei diritti, la proposta educativa dell’Unicef Italia per l’anno scolastico 2015-2016, che gli alunni hanno realizzato sotto la guida del Prof. Narducci, personalizzandolo poi con l’aggiunta di tante foglie, ognuna riportante una parola, sintesi di un diritto dei bambini.

Come enuncia lo slogan dell’Unicef “Un bambino ed un albero hanno bisogno del giusto nutrimento e di cure per crescere sani e sviluppare le loro potenzialità. Attraverso la metafora dell’albero si sottolinea la necessità di garantire a ogni bambino, il “giusto nutrimento”, ovvero ascolto, accoglienza, pari opportunità di sviluppare le proprie facoltà e attitudini e di sperimentare l’assunzione di responsabilità.

Il progetto, come dichiarato dalla Prof.ssa Messina, vuole sensibilizzare i ragazzi a crescere consapevoli che molti dei diritti che a noi sembrano acquisiti, non lo sono nei Paesi poveri ed oppressi del mondo. Il progetto sarà esteso, nel prossimo anno scolastico, a tutte le scuole dell’Istituto Comprensivo Colleferro 1.

Eledina Lorenzon

 

“Ri…Belli

Potrebbero interessarti anche...

Top