“Colleferro: tante storie da direzioni diverse”. Un bellissimo bassorilievo realizzato dal corso di Laboratorio Creativo Espressivo dell’Unitre [Foto]


Stagione Teatrale 2017-2018 - Teatro “Vittorio Veneto” - Comune di Colleferro

COLLEFERRO (RM) – Venerdi 26 Maggio si è tenuta, negli Uffici Comunali di Via Nobel a Colleferro, l’inaugurazione del bassorilievo che i corsisti del Laboratorio Creativo Espressivo tenuto, presso l’Unitre – Università delle Tre Età, dal Prof. Domenico Narducci e che rappresenta senz’altro il corso di più lunga durata nell’ambito dell’offerta didattica dell’ateneo colleferrino con i suoi 24 anni di attività.

Alla cerimonia erano Presenti il Sindaco Pierluigi Sanna, l’Ass. all’Istruzione Sara Zangrilli, il Presidente Unitre – Giuseppe Torti, il Vice Presidente Leonello Bianchi, il Direttore dei Corsi Luigi Frattolillo, gli autori ed autrici dell’opera, tanti docenti e tantissimi studenti ed alcune classi della Scuola Media Leonardo da Vinci, dove insegna il prof. Narducci.
L’opera dal titolo “Colleferro: tante storie da direzioni diverse”, realizzata già da qualche anno, ma completata durante questo anno accademico dai corsisti Barbera Andreacchio, Dina Ciani, Angela Elena, Vincenzina Colagiacomo, Elisa Falcucci, Delfina Guerrieri, Maria Pia Lozzi, Anna Montemurro, Simonetta Nardoni che ha realizzato anche i bozzetti, Anna Romani, Giuliana Salvatori, Rossana Salvatori e Luisa Sarlo, è un bassorilievo figurativo bicromatico di colore rosso e nero, i colori del Colleferro, formata da otto lastre di terracotta, unite successivamente a formare un’unica opera, in cui la scena è asimetrica.
È stato rifinito con pittura acrilica e sono presenti lumeggiature oro chiaro e altri riflessi di colore. Il titolo dell’opera vuole alludere a come la popolazione che ha costituito il primo nucleo abitativo sia venuta da ogni parte d’Italia dove, grazie alle industrie qui sorte, sperava di costruire un futuro migliore e, protagonisti dell’opera sono proprio i cittadini ed i luoghi simbolo del nostro paese come il “castello vecchio”.
Colleferro: ieri una città multiregionale, oggi una città multietnica, aperta al cambiamento ed al rinnovamento,nella ricerca, come suggerisce l’opera, di raggiungere un’identica entità, pur volgendo lo sguardo al suo passato.

Nell’intervento del Dott. Giuseppe Torti prima e del Sindaco poi, il ruolo che l’Unitre riveste nel campo della divulgazione della cultura e del dialogo intergenerazione per la costruzione di una società più equa e solidale, più aperta alla diversità, vista come un accrescimento sociale e culturale. Tanti i progetti allo studio dell’Unitre con l’Amministrazione Comunale per un sempre maggiore impegno a favore della città.

“Opificio

Gli studenti hanno poi letto le motivazioni che hanno ispirato gli autori ed autrici che, partendo dalle origini, hanno voluto proiettare Colleferro quale città sempre più aperta allo sviluppo ed all’innovazione.

Emozionatissimi tutti gli “artisti ed artiste” autori di questa bella opera al momento della discesa del drappo che la ricopriva e tanti gli applausi.

Eledina Lorenzon

“Ri…Belli

Potrebbero interessarti anche...

Top