Colleferro. Incontro con lo scrittore Giacomo Mazzariol. Coinvolte le scuole di un intero comprensorio territoriale

Share

Stagione Teatrale 2017-2018 - Teatro “Vittorio Veneto” - Comuna di Colleferro

COLLEFERRO (RM) – È tornato l’ormai consolidato appuntamento che vede gli studenti delle prime classi dell’Istituto di Istruzione Superiore di Via delle Scienze di Colleferro (Liceo Classico e Scientifico) e quelli delle ultime classi delle Scuole Medie Leonardo da Vinci – I.C. Colleferro 1 -, G. Mazzini – I.C. Colleferro 2, Leone XIII – I.C. Carpineto Romano, F.lli Beguinot – I.C. Paliano, Card. O. Giorgi – I.C. Valmontone incontrare uno scrittore, protagonista di un condiviso progetto di lettura, momento di incontro e di scambio di idee su temi di attualità.

Il Progetto è stato promosso e coordinato dal Prof. Vincenzo Gentile, si è svolto nei giorni di Lunedi 10 E Martedi 11 Aprile presso la Sala Video dell’Istituto di Istruzione Superiore di Colleferro.

Ospite dell’incontro 2017 è stato Giacomo Mazzariol, autore del libro di grande successo “Mio fratello rincorre i dinosauri”, che gli studenti delle classi interessate hanno letto e commentato.

Il giovanissimo autore, di pochi anni più grande dell’affollata platea di studenti, si è presentato con grande semplicità dichiarando come lo abbiano colto di sorpresa sia il successo del libro, e prima ancora quello del video da lui realizzato, dal titolo “The simple interview”, dove il candidato in giacca e farfallino è il fratello Giovanni, affetto da sindrome di Down, esaminato dal fratello Giacomo, diciottenne.
Da questo video infatti nasce l’idea del libro edito da Einaudi, che non è, come tiene a precisare l’autore, un racconto sulla sindrome di Down, ma le vicende di un adolescente che si intrecciano con quelle degli amici, con la musica, la scuola, il basket, la sua famiglia e suo fratello, Giovanni, che ha un cromosoma in più. Un romanzo di formazione che commuove e diverte, ma soprattutto induce a riflettere.

È un percorso di vita che inizia con l’annuncio dei genitori a Giacomo, cinque anni, dell’arrivo di un fratellino speciale, e su quella parola “speciale” lui immagina un fratello dotato di superpoteri con cui poter giocare. Poi nasce Giovanni e Giacomo si accorge che è si’ speciale, ma non nel senso che lui aveva immaginato, è diverso dagli altri, e non ha nessun superpotere.

Alla fine scopre il significato della parola Down, e il suo entusiasmo si trasforma in rifiuto, addirittura in vergogna. Dovranno passare anni perché Giacomo comprenda e si lasci travolgere dalla vitalità di Giovanni, arrivando alla conclusione che in fondo in fondo lui è davvero un “supereroe” ed il miglior amico possibile.

Una storia dove sicuramente non mancano difficoltà, paure ed imbarazzi, ma pagina dopo pagina si avverte come il cambiamento inizi dall’accettare le persone per come sono e non per come noi vogliamo che siano.

Tante le domande che i ragazzi hanno formulato e gli elaborati realizzati sul tema della “diversità” che il libro ha affrontato alle quali Giacomo Mazzariol ha risposto con grande disponibilità.
Alla domanda: “cosa vorresti fare da grande?”, Giacomo ha sottolineato che scrivere è senza dubbio una sua grande passione ed intraprendere la carriera di “scrittore” sarebbe magnifico. Ha già in mente la trama di una prossima storia da raccontare, una vicenda che riflette la sua vita di giovane universitario alla facoltà di Filosofia, perché dichiara “è di quello che vivo che voglio raccontare”!
Alla fine bagno di folla tra i ragazzi che, libro in mano, chiedevano il suo autografo in cambio del quale il giovane scrittore pretendeva pegno: ogni studente doveva scrivere una frase che racchiudesse il significato che la storia di Giovanni aveva trasmesso loro.

Un bel modo di condividere il senso della lettura, in questo mese dove si celebra la “Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore”!

Eledina Lorenzon

Civico 90 - Colleferro - Via Carpinetana Sud 90

Civico 90 - Colleferro - Via Carpinetana Sud 90
Share
Top