Artena. Avevano trasformato la propria abitazione in una “sala da cocaina”. 64enne del luogo e la compagna 43enne romena arrestati dalla Polizia

ARTENA – Al termine di indagini finalizzate al contrasto dello spaccio e del consumo di stupefacenti, gli investigatori  della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di P.S. di Colleferro, diretto dal dr. Angelo Gabriele Vitale, nel pomeriggio di ieri, 22 Febbraio, hanno arrestato una coppia residente ad Artena che aveva trasformato la propria abitazione in una sorta di “sala da cocaina”.

A ridosso dell’abitazione erano stati notati strani movimenti ed un continuo via vai di avventori, che hanno indotto i poliziotti ad intervenite con la perquisizione personale di uno di questi ultimi. Tale T.C., infatti, veniva fermato a bordo di una Opel Corsa, appena dopo essere uscito dalla villetta. La perquisizione personale consentiva di rinvenire 0,90 grammi di cocaina.

Verso le 18,00, sempre nei pressi della medesima abitazione, veniva notava un’altra autovettura, una Smart che, attesi i suoi precedenti spostamenti, aveva destato analoghi sospetti al personale operante.

La circostanza convinceva gli investigatori a procedere alla perquisizione dell’abitazione, operazione per la quale veniva richiesto anche l’intervento di una unità cinofila. All’interno della villetta, al momento dell’irruzione della Polizia, erano dunque presenti il conducente della Smart e le due persone tratte in arresto.
Nell’attesa di una perquisizione più accurata, consentita dall’intervento del fiuto canino, i poliziotti trovavano sul tavolo della cucina, pronte per essere consumate, tre strisce di cocaina (e, come inalatore, una banconota da 5 euro) in un piatto già predisposte per il consumo (vedi foto).

Grazie al successivo intervento dei cani, venivano ritrovati e sottoposti a sequestro, 270 grammi di hashish divisi in tre panetti, 50 grammi di cocaina già suddivisa in numerose dosi, bilancini di precisione ed oltre 2000 euro in contanti ritenuti provento dell’attività criminosa.

Alla luce delle indagini condotte si evidenziava che, oltre a “centrale di spaccio” delle suddette sostanze stupefacenti, almeno la cucina dell’abitazione era adibita a sala di consumo.

Per questi motivi i poliziotti traevano in arresto, con l’accusa di detenzione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti, P.C. 64enne del posto e la compagna H.N.N. 43enne di nazionalità romena, entrambi incensurati.

Nella mattinata di oggi la coppia si trova presso il Tribunale di Velletri sottoposta a rito direttissimo.

[AGGIORNAMENTO] Convalidati gli arresti. L’udienza è stata rinviata. Per l’uomo è stata disposta la custodia cautelare in carcere, per la donna l’obbligo di firma.

 

Fime-shop Fime-shop Fime-shop Fime-shop

Potrebbero interessarti anche...

Top