Anche a Colleferro celebrata la XXIII Giornata della Memoria e dell’impegno per ricordare le vittime innocenti delle mafie

 

COLLEFERRO (Eledina Lorenzon) – Un caldo sole primaverile ha accompagnato, nella giornata del 21 Marzo, il lungo corteo composto dagli studenti, delle scuole di ogni ordine e grado di Colleferro, Anagni, Cave, Carpineto Romano, Genazzano, Labico, Montelanico, Palestrina, Paliano, Piglio e Valmontone, insieme alle Autorità civili e religiose, alle Forze dell’Ordine, alle Associazioni del territorio e a tanti cittadini, in occasione della XXIII Giornata della Memoria e dell’impegno per ricordare le vittime innocenti delle mafie, divenuta legge nazionale il 1° Marzo 2017 con voto unanime alla Camera dei Deputati, rinnovando così, in nome di quelle vittime, l’impegno nella lotta alla criminalità organizzata e alla corruzione.

La manifestazione, Patrocinata dal Comune di Colleferro, è stata voluta ed organizzata, per il 3° anno consecutivo, dal Presidio Libera “Angelo Vassallo” di Colleferro, presieduto dalla Prof.ssa Amalia Perfetti, che da anni opera in collaborazione con l’Amministrazione comunale per sensibilizzare in particolare i giovani ed i cittadini tutti, sui temi della legalità e del contrasto alle mafie.

Tantissimi i cartelloni, gli slogan, le bandiere e le installazioni preparate dagli studenti che hanno sfilato, come un lungo serpentone ricco di colore, le vie cittadine: da Piazza della Repubblica a Corso Filippo Turati, da Corso Garibaldi a Piazza Italia.

Una giornata che nasce dal dolore di Carmela Montinaro, mamma di Antonino caposcorta di Giovanni Falcone, che chiese a Don Ciotti, in occasione del primo anniversario della strage di Capaci, il perché non venisse nominato il nome di suo figlio e dei suoi colleghi Rocco e Vito, ma solo riassunti nell’espressione “i ragazzi della scorta”. Da questa richiesta accorata nacque, il 21 Marzo, primo giorno di primavera, la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

Quest’anno titolo della manifestazione è stato: “Terra. Solchi di verità e di giustizia” per sottolineare come le dinamiche della criminalità organizzata nascono dalla povertà sempre più diffusa e dalla difficoltà delle istituzioni a fronteggiarla e piazza principale della manifestazione è stata Foggia.

In Piazza Italia è stato intenso ed appassionato l’intervento del Sindaco Pierluigi Sanna che ha ribadito come «la scommessa più importante della legalità è conquistarsi il valore come cittadino, per questo il nostro rapporto forte con le scuole di questo territorio».
Come ha sottolineato anche Don Ciotti nel suo discorso a Foggia è dal coinvolgimento degli studenti e delle studentesse che si può «costruire una risposta alternativa ad un futuro di miseria e criminalità».

Sono quindi stati letti i nomi delle circa 970 vittime innocenti delle mafie, semplici cittadini, magistrati, giornalisti, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, appartenenti alle forze dell’ordine, esponenti politici ed amministratori, rinnovando una richiesta di verità e giustizia, perché non siano morti invano.

Sul palco, con il Sindaco Domenico Alfieri, una Delegazione dell’Istituto Comprensivo di Paliano ha donato una pianta di arancio al Sindaco Pierluigi Sanna ed alla Dirigente dell’Istituto Comprensivo Colleferro 1, D.ssa Antonella Romani, sugellando una collaborazione sempre più attiva tra le due istituzioni scolastiche.

Poi il testimone è passato al momento ludico della manifestazione con uno spettacolo di giocoleria di Matteo Gizzi, in arte Guru the Mago, dove meraviglia, fantasia e poesia si sono fuse per regalare emozioni davvero uniche che hanno affascinato tutto il pubblico presente.

A seguire, tanta musica e canzoni per chiudere una manifestazione pienamente riuscita, grazie anche all’impegno dei tanti docenti e delle Forze dell’Ordine che hanno vigilato sulla sicurezza dell’evento, ricordando le parole di Don Ciotti «il cambiamento ha bisogno di tutti. Noi lo chiediamo alla politica, alle istituzioni, ma dobbiamo chiederlo anche a noi come cittadini».

Alla manifestazione hanno presenziato S.E. Rev. Vincenzo Apicella, Vescovo della Diocesi Velleti-Segni nonché numerosi Sindaci e/o rappresentanti delle amministrazioni comunali limitrofe.
L’ordine pubblico è stato curato da Carabinieri, Polizia di Stato e Polizia Locale. Tra gli altri, erano presenti alla manifestazione il Vqa dr. Orlando Ottone Parrella, Dirigente del locale Commissariato della Polizia di Stato, il Ten. Com. Ettore Pagnano, Comandante della locale Compagnia dei Carabinieri, il Cap. Ivan Cesare, Comandante della locale Compagnia della Guardia di Finanza, il Lgt. Paolo Bernabei comandante la locale stazione dei Carabinieri, la D.ssa Antonella Pacella Dirigente della Polizia Locale.

Potrebbero interessarti anche...

Top